Home arrow Educazione pre e post natale arrow La relazione con il bambino prima, durante, dopo la nascita di Serena Bassi
La relazione con il bambino prima, durante, dopo la nascita di Serena Bassi
domenica 28 novembre 2010

Per qualsiasi genitore, come per qualunque adulto motivato a diventare genitore, la relazione col bambino esiste già prima del concepimento. Ognuno infatti ha una relazione profonda col proprio “bambino interiore”, su cui modella l’immagine del figlio desiderato. Tale bambino interiore è l’insieme degli ideali, dei desideri, delle esperienze vissute nell’infanzia dall’adulto; è la parte inconscia e irrazionale delle emozioni, la dimensione vitale, gioiosa e giocosa dell’esistenza. Ogni adulto ne ha uno dentro di sé, e pochi adulti sono in contatto con questa parte di loro stessi, poiché lo norme e le aspettative sociali spesso condizionano i comportamenti al punto da impedire il contatto con la propria dimensione più vera e spontanea. Per questo, il figlio desiderato spesso è “caricato”, nell’inconscio, di tutte le qualità e le possibilità cui l’adulto ha dovuto rinunciare ma che costituiscono sempre un anelito profondo e nostalgico; una sorta di aspettativa salvifica, messianica. Non a caso, in molte culture si attende l’arrivo di un bambino in grado di salvare, portare la luce, la libertà, la pace…

Per queste ragioni, nella loro mente esistono sempre due diversi bambini con cui i genitori si relazionano. Da una parte, c’è il bambino ideale, che è la somma di desideri, esperienze, ideali e aspettative sociali dei genitori; dall’altra, il bambino reale, quello vero, spesso deludente perché vissuto come “estraneo” o inferiore alle aspettative.

Allo stesso modo, nella mente di una donna che decide di diventare madre esistono due diverse gravidanze. Da un lato, la gravidanza ideale, che avviene secondo modi, tempi e spazi perfetti, spesso idealizzata fin dalla pubertà, e comunque fin dalla giovinezza, senza che la donna ne sia completamente consapevole. Dall’altro lato c’è la gravidanza reale, spesso deludente o sorprendente, soprattutto perché impossibile da prevedere e da controllare, ma anche perché costituisce l’inevitabile confronto tra la realtà e la fantasia, dal quale il più delle volte è la realtà a risultare più difficile da accettare. Ciò che può risultare utile a una mamma in attesa, nei primi periodi di gestazione, alle prese con il confronto inconscio tra ideale e reale, è la piena consapevolezza del fatto che ogni gravidanza è unica e irripetibile. Ogni gestazione avviene infatti in un momento di vita unico e irripetibile, e consente di mettere al mondo proprio quello specifico bambino. In altre parole, è un’occasione che non si ripeterà, un privilegio che molte donne non possono avere, nonché uno dei momenti fondamentali dell’esperienza umana di ogni donna.

Allo stesso modo, giova ricordare ai genitori qualcosa che può apparire scontato, ma è invece di fondamentale importanza: ogni bambino è unico e irripetibile. Questo significa che impariamo a relazionarci col nostro bambino attraverso la relazione concreta e l’esperienza diretta; di conseguenza, l’attesa del bambino ideale deve gradualmente lasciare il posto al rapporto con l’individuo particolare che mettiamo al mondo.

La prima gravidanza è un’iniziazione per i genitori. Si tratta infatti di passare dal ruolo di figlia a quello di madre, dal ruolo di figlio a quello di padre. A livello sociale, e spesso anche familiare, non esiste grande sostegno a questo fondamentale processo. Ecco perchè tale iniziazione a volte è difficile e dolorosa: il suo esito dipende dalla storia di vita dei neo genitori, dalle figure genitoriali reali e ideali che hanno dentro di sé, e dalla relazione che hanno in quel momento coi loro genitori. Pur non essendoci alcuna regola o ricetta specifica, sarebbe importante che qualunque coppia che sceglie di avere un bambino cercasse uno spazio, prima del concepimento, per approfondire queste tematiche personali, e avere la possibilità di superare eventuali blocchi e difficoltà prima dell’inizio della gestazione. Esistono anche situazioni in cui il mancato superamento di tali problemi rende difficoltoso il concepimento stesso; purtroppo però, a fronte di un numero veramente grande di soluzioni sul piano fisico e medico, la ricerca delle cause emotive e profonde non viene proposta spesso alle coppie, che devono quindi effettuare una scelta autonoma in tal senso; che però, quando fatta, si rivela benefica non solo ai fini della gestazione stessa, ma anche del benessere emotivo profondo della coppia e dei due genitori.

 

Una volta avvenuto il concepimento, esistono alcune conoscenze, per la verità purtroppo ancora poco diffuse e divulgate, che possono realmente favorire lo sviluppo sano ed equilibrato, a livello emotivo e psicologico, del bambino e della sua relazione con i genitori.
E’ importante in tal senso sapere che una buona relazione prenatale prepara e favorisce la nascita di una buona relazione successiva. L’incontro genitori-bambino infatti può avvenire con maggiore dolcezza e consapevolezza se si tratta di un ri-conoscimento, e il bambino in utero possiede già da subito tutte le facoltà necessarie a favorire l’instaurarsi di un rapporto con l’esterno.

L’embrione prima, il feto in seguito sviluppano infatti capacità sensoriali progressive che consentono al bambino di entrare da subito in relazione col mondo esterno: lo sviluppo dei cinque sensi avviene a partire dalla seconda settimana dal concepimento, e al termine del primo trimestre il bambino è già a tutti gli effetti un essere pienamente sociale. Il feto può essere addirittura definito come il primo attivatore della relazione, perché attraverso le proprie capacità sa inviare segnali e messaggi, prima di tutto alla madre; sa inoltre cogliere le emozioni e le atmosfere in cui si svolge la gravidanza, e sa dare risposte adeguate se adeguatamente stimolato.

L’acqua è un ambiente vivo, in grado di percepire emozioni e pensieri: gli esperimenti di Masaru Emoto, in Giappone, hanno dimostrato che le particelle d’acqua ricevono e trasmettono segnali in modo intelligente, registrano le esperienze emotive, i pensieri e gli avvenimenti che avvengono intorno a loro, ricomponendo la strutture molecolare in modo armonioso o caotico, a seconda che le esperienze vissute abbiano una connotazione positiva o negativa (ad esempio, un terremoto o una preghiera di gruppo; una frase minacciosa, detta o scritta in prossimità del contenitore d’acqua, e una amorevole). E’ evidente allora che il bambino, immerso nell’acqua, negli ormoni, nelle sensazioni materne, riceva costanti stimolazioni, sotto forma di emozioni e stati interiori che ancora non sa tradurre in parole e in significati razionali, ma sa percepire e memorizzare a livello profondo.
Noi possiamo quindi influenzare da subito la qualità di vita, e di conseguenza lo sviluppo emotivo e psicologico, del bambino in utero. La qualità delle stimolazioni che gli inviamo può influenzare positivamente il suo sviluppo e quello della relazione con lui.

E’ bene ripetere un concetto importante: il bambino in utero è sensibile in particolare alle emozioni, al significato profondo di quanto facciamo e viviamo, e di ciò che gli trasmettiamo. Per questo, le scelte di vita che i genitori compiono durante la gestazione possono influire in modo decisivo sullo sviluppo sano ed equilibrato del loro bambino. In particolare la mamma dovrebbe tutelare se stessa non solo dagli sforzi fisici e mentali eccessivi (informazione che comunemente le madri hanno), ma anche da qualunque tipo di stress emotivo, di situazione pesante o di difficile gestione a livello relazionale, da inutili discussioni e preoccupazioni. Al contrario, dovrebbe cercare di vivere il più possibile situazioni armoniose, rilassanti, piacevoli, stare a contatto con la natura, stare con le persone che ama ed scegliere di fare ciò che più le piace e la rasserena. Ovviamente, non è possibile evitare qualunque situazione stressante o difficile, ma possiamo scegliere di evitare almeno quelle superflue, e cercare le condizioni migliori ogni volta che è possibile. Ogni madre vuole il bene dei propri figli, e può scegliere da subito ciò che è bene per la crescita e la serenità del suo bambino prima ancora che nasca.

Il bambino in utero è predisposto alla relazione, in particolare con i genitori. Durante la gestazione è già possibile, ed è auspicabile, parlargli, col pensiero o a voce, coccolarlo, giocare con lui, cantare per lui, scegliere per lui la musica più adatta e ascoltarla insieme, leggergli fiabe, storielle, filastrocche, raccontargli le esperienze esterne, farlo sentire amato, voluto e atteso, proteggerlo dalle inevitabili sensazioni ed emozioni negative. Quest’ultimo punto è particolarmente importante: non si tratta di circondarsi con una campana di vetro, ma di comunicare col bambino, ogni volta che la madre si trova a vivere un’esperienza spiacevole, spiegandogli cosa succede e rassicurandolo. Che è quanto ogni genitore fa spontaneamente, di solito, dopo la nascita; è bene anticipare questo atteggiamento anche prima. Se consideriamo che il bambino, immerso nelle sensazioni materne, dalle quali non ha la possibilità di difendersi, riceverà comunque ogni cosa la madre viva, in bene o in male, e se prendiamo l’abitudine di considerare il feto un essere relazionale, non solo un essere in formazione, rassicurarlo e confortarlo, come pure condividere attivamente con lui le emozioni e le esperienze positive, diventano atteggiamenti scontati. Certo il bambino non comprenderà le singole parole che gli rivolgiamo, ma sarà rassicurato e gratificato dal senso di ciò che diciamo, dal fatto che ci rivolgiamo a lui, dall’atteggiamento protettivo che dimostriamo nei suoi confronti.

 

Anche se la relazione con la madre, in quanto fisica, è diretta e naturalmente facilitata, potremmo dire addirittura inevitabile per certi aspetti, quella con il padre riveste un’importanza solo di poco secondaria. Ad esempio, i toni gravi, propri della voce maschile, favoriscono lo sviluppo fisico della parte inferiore del corpo del bambino, mentre quelli acuti agiscono sulla parte superiore. Come se il concerto delle voci dei genitori favorisse lo sviluppo armonioso del corpo del bambino in utero. La relazione con la madre non deve quindi essere esclusiva: da una lato, il ruolo paterno è di vitale importanza, dall’altro è possibile introdurre già il bambino alle relazioni più importanti, coi nonni, gli zii, gli amici dei genitori. Alla nascita riconoscerà le voci che ha sentito in gestazione, e questo lo rassicurerà e favorirà il legame di attaccamento con le figure principali.
Il ruolo del padre, in particolare, è fondamentale. Per la madre assume la funzione che lei sta svolgendo per il loro bambino, di cura, protezione, nutrimento, sostegno, difesa dagli attacchi esterni; costituisce inoltre una parte dell’identità del bambino, e se è presente da subito egli svilupperà maggior fiducia e sicurezza.
Il ruolo di “utero” rivestito dal padre durante la gestazione è importante perché la donna gravida, soprattutto alla prima esperienza, subisce profondi mutamenti interiori. In un certo senso, la madre ri-nasce insieme al suo bambino: la gravidanza favorisce in lei un naturale e benefico processo regressivo, portandola a compiere un viaggio profondo dentro se stessa; inoltre, soprattutto nella prima gravidanza, la madre nasce al proprio ruolo insieme al suo bambino. La presenza di un compagno amorevole, pronto ad ascoltare, ma anche a stare in silenzio se serve, a fare un massaggio alla schiena, ma anche a fare i lavori di casa più pesanti, ad accogliere e contenere le emozioni sia positive che negative, le paure, le ansie, le insicurezze, le piccole “follie” di natura ormonale facilita e favorisce per lei lo svolgimento di uno dei compiti più ardui e allo stesso tempo appaganti della vita di una donna, compito al quale raramente si arriva davvero preparate.

La diade genitoriale, o coppia, diventa una triade già a partire dal concepimento. Questo perché il bambino è già presente e concreto nella mente dei genitori, sin dal primo desiderio di concepimento, e per certi aspetti, come detto all’inizio, anche prima. La relazione nella coppia si modifica, e si modifica anche il modo di vivere la sessualità. Difficile prevedere l’esito di tali cambiamenti, dipende dalla storia di vita delle due persone e di quella particolare coppia, ma certo le cose cambiano, e si diventa tre da subito.

Da quel momento, la sfida relazionale consiste nell’abilità di restare due, anche se si è tre, cioè nella capacità di restare coppia comunque, accettando e integrando i cambiamenti affettivi, emotivi e sessuali che naturalmente avverranno. La gestazione è un’ottima occasione per prepararsi ed esercitarsi in tal senso, prima che la nascita del bambino, con tutti gli sconvolgimenti fisici e quotidiani che comporta, renda la situazione ancora più difficile da gestire.

Parlando di relazione di coppia, e di relazione in cambiamento profondo, è bene ricordare che la comunicazione è la base della relazione; questo vale non solo nella coppia, ma anche con se stessi e col bambino. Inoltre la qualità dell’ascolto determina la qualità della relazione. Ascolto se sono aperto all’altro reale, non all’idea che ho di lui; ascolto se non giudico e lascio che l’altro comunichi la sua verità; ascolto se rispondo ai veri bisogni dell’altro, non a ciò che mi aspetto o che vorrei. Anche in tal senso, la gestazione permette di “fare allenamento” per una buona comunicazione, per imparare a stare in ascolto, ad accettare che non tutto è secondo le aspettative, per imparare a esprimere sensazioni, bisogni, frustrazioni e emozioni, e ovviamente per imparare ad accettare che anche gli altri le esprimano.

Embrione, feto, neonato possono essere visti anche come tre stadi di sviluppo progressivo della relazione, che, se esiste da subito, rende la nascita un semplice passaggio, non un trauma, sia per il bambino che per i suoi genitori.

Il parto è un evento atteso per nove mesi, sul quale si è detto e scritto di tutto, e che costituisce per le madri gestanti il principale argomento di conversazione con le madri più esperte, nonché una delle più importanti fonti di ansia e insicurezza. Se ne parla moltissimo sul piano fisico e pratico, ma ben poco si dice sul significato profondo di tale momento.
Il parto, dal punto di vista psicologico, costituisce un punto di partenza e di arrivo contemporaneamente: per mamma e papà è il termine della gravidanza e l’inizio dell’esperienza di genitore; per il neonato è la fine della vita nell’utero e l’inizio dell’esperienza umana e sociale. Allo stesso tempo, esso è anche il punto di incontro tra endo-gestazione e eso-gestazione, una specie di crocevia obbligatorio per la crescita fisica, emotiva e cognitiva del bambino, che vive nove mesi dentro la pancia della mamma, per acquisire tutti i sensi, il corpo fisico e i suoi organi, la struttura da sviluppare, e poi nove mesi fuori dalla pancia della mamma, per preparare il terreno al raggiungimento dell’autonomia. L’essere umano è infatti l’unico mammifero che, a causa delle notevoli dimensioni del cervello, e della posizione eretta della madre, è costretto a nascere molto prima di aver completato il cammino verso l’autonomia: camminare, magiare da solo, riconoscere i pericoli…

Ecco perché tra il prima, il durante, il dopo, non c’è separazione ma continuità. Il bambino desiderato diventa il bambino atteso, che alla nascita diventa il bambino reale, lo stesso che c’era nell’utero, e che ancora deve completare gran parte del proprio sviluppo.

I bisogni del bambino alla nascita, esattamente come succedeva prima, non sono solo fisici. Sono anche emotivi, cognitivi e relazionali. E’ di fatto un essere umano, con tutta la complessità che la definizione comporta, ma non ancora pronto per affrontare da solo la vita sociale con i suoi simili.

Per questo, è possibile affermare che la prima fase di vita del bambino è simbiotica. Odori, sapori, suoni che il neonato ricerca sono quelli della madre, che lo rassicurano, gli comunicano un senso di continuità tra “prima” e “poi”. Allo stesso tempo, il tatto e la vista sono le nuove possibilità che possiede. Perché il tatto gli ricordi l’ambiente uterino, il neonato ha bisogno di essere manipolato, abbracciato, accarezzato; la vista invece gli permette una nuova qualità di relazione, e aumenta le possibilità di apprendimento e di scoperta.

Per un neonato i vizi non esistono. Essi esistono solo nella mente degli adulti; per i bambini alla nascita esistono bisogni e desideri, espressi in modo chiaro attraverso il pianto, l’unico canale verbale possibile al momento. E’ necessario trovare il miglior compromesso possibile tra le esigenze del bambino e quelle dei genitori, rispondendo ai bisogni del neonato, che non sono solo fisici, e al contempo mantenendo uno spazio per se stessi, come persone e come coppia.

Gli adulti devono sapere che educare un bambino spesso mette profondamente in discussione. Il bambino infatti fa da specchio all’adulto, “muovendo” nei genitori gli aspetti che è ancora necessario smussare e migliorare in loro. In una sana relazione col bambino quindi anche i genitori crescono e imparano, ma questo non significa che sia giusto o positivo concedere al bambino tutto ciò che desidera, nel momento in cui lo vuole. Anche la frustrazione infatti aiuta a crescere, purché sia sensata e motivata al bambino, abituato fin dalla gestazione ad essere rassicurato dalle emozioni espresse quando gli si parla, non dal senso delle parole.

Anche dopo la nascita, il ruolo paterno è fondamentale. Il padre protegge e nutre la coppia madre-bambino, come faceva in gravidanza consentendo alla madre di prendersi il tempo e lo spazio necessari a riorganizzare il proprio equilibrio, che ora deve necessariamente sempre tenere conto della presenza di un altro essere, totalmente dipendente da lei; il padre inoltre difende la triade dagli attacchi esterni, dai tentativi di destabilizzazione del nuovo e spesso precario equilibrio costruito in casa; e riporta la compagna alla realtà, fuori dalla simbiosi esclusiva col bambino, ricordandole il suo contemporaneo ruolo di compagna, sociale e sessuale.

Può essere utile ricordare ai neo genitori di fare attenzione alle intrusioni esterne, che si manifestano sotto forma di consigli, aneddoti personali, induzione di ansie e insicurezze, o anche banalmente “furti” degli scarsi spazi di tempo libero faticosamente strappati alle poppate, ai pannolini, alle passeggiate e ai bagnetti.
Prima di tutto, è bene ricordare che ogni relazione genitore-bambino è unica e irripetibile: pertanto, nessuno al mondo può avere la verità sul nostro bambino, perché noi stessi la apprendiamo dall’esperienza diretta con lui. Inoltre, che ogni madre (e ogni padre) ha in sé la piena potenzialità per crescere il bambino, se riesce a credere in se stessa quel tanto che basta spegnere l’ansia e dare retta all’istinto; per finire, che si può distinguere tra interventi costruttivi e distruttivi, accettando e facendo propri i primi, rifiutando gentilmente i secondi. Quando l’aiuto esterno è accettabile, perché genuino e motivato in modo sincero, è saggio accettarlo: potersi rilassare un paio d’ore, andando al cinema, evitando la cesta dei panni da stirare, o semplicemente dormendo, è un privilegio che non ha prezzo, quando si sta crescendo un bambino.

In conclusione, ogni esperienza genitoriale è un viaggio. Come in ogni viaggio importante, è necessario prepararsi adeguatamente, non è possibile prevedere tutto, e alcune volte proprio l’imprevisto è la parte migliore. Di conseguenza…
BUON VIAGGIO A TUTTI!

 tratto da  www.lavitaprenatale.org

 

Grounding Institute

Via Asiago, 35 Catania

www.bioenergetic.it

 

 
englishitalian

Login Form






Password dimenticata?

Libri Consigliati

bioenergetica-manuale_copy.jpgchiave_per_lo_zen.jpg
ATTIVITA' AL JACARANDA CENTER -

- Ogni mercoledì CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI ore 19.30-20.45 - conduttore: dr. Maurizio D'Agostino 

- ogni mercoledì MEDITAZIONE ZEN ore 21-22.30
- Ogni giovedì KUNDALINI YOGA ore 18-20 - conduttrice: Lucia Zahara

- Ogni giovedì BIODANZA ore 20.30 - conduttrice: Zaira De Luca 
- ogni Lunedì PRANIC HEALING ore 20-22.00

- ogni Lunedì e venerdì TAI CHI ore 19-20.30 - conduttore: Maestro Nazzareno Russo
- Domenica 30 aprile DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Domenica 28 maggio DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Una domenica al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo ore 10-18.20 (vedi sotto programma Intensivi)

- Un weekend (Sabato e Domenica) al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo, Rebirthing, Ipnosi regressiva orario 10-19.30

Per info : tel. 3923800864
Jacaranda Center, via Ramondetta, 21 Valverde

www.bioenergetic.it
www.jacarandacenter.it
www.zenquieora.org



CALENDARIO 2017 - INTENSIVI DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO conduttore dr. Maurizio D’Agostino -

Calendario Gruppo di terapia bioenergetica

29 gennaio 

19 febbraio

12 marzo

9 aprile

7 maggio

11 giugno

9 luglio

17 settembre

15 ottobre

19 novembre

3  dicembre 

 

Per info: 3923800864

www.jacarandacenter.it 



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA "DISTACCHI" conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

SABATO 3 E DOMENICA 4 GIUGNO 2017 

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

PER INFO: 3923800864 

WWW.JACARANDACENTER.IT 



Corso di formazione in Reiki - 1° Livello - domenica a novembre-dicembre - Conduttore: Grazia Puglisi

CORSO BASE TECNICHE RAPIDE DI INDUZIONE IPNOTICA -

Per psicologi, medici, counsellors, pedagogisti, infermieri ed altri esperti nella relazione d'aiuto e a tutti gli appassionati. Numero massimo 20 persone. Per Info 3923800864.



CALENDARIO DEGLI INCONTRI - Grounding Institute -

GRUPPO DI ANALISI BIOENERGETICA 

 condotto dal dr. Maurizio D’Agostino - ANNO 2017

29 GENNAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 FEBBRAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

12 MARZO - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 APRILE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

7 MAGGIO INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

11 GIUGNO-  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 LUGLIO -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

17 SETTEMBRE INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

15 OTTOBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 NOVEMBRE  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

3DICEMBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO)  orario: 10.00-18,30

 

brethe.jpg

 

 

INTENSIVI DI REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE

(CATANIA - GENOVA - LECCE - LONDRA - PORT LUIS (MAURITIUS) - 2015

 

 

  

SABATO FEBBRAIO 2016- VALVERDE (CT) INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

14-15 MARZO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

25-26 APRILE - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban  

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834

20-21 GIUGNO - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834) 

1-2 AGOSTO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

     AGOSTO - LONDRA - INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

3 OTTOBRE - CATANIA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban 

 

aztezfractal.jpg

 

 

MARATONE  DI ANALISI BIOENERGETICA

 

 

 

 

 

APRILE - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino  

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30

 

LUGLIO - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30 

 

OTTOBRE-  MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30  

 

NOVEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 26  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 27 ore 18.30  

 

DICEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 17  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 18 ore 10.00 - 18.30  

 

 Intensivi di Analisi Bioenergetica  condotti dal dr. Maurizio D'Agostino 

 

 

 

 

 

pranic-healing_mano_a_sx.jpg

 

 

PRANIC HEALING 

 

 

 

 

 

INCONTRO DI PRATICA per gli studenti di PRANIC HEALING del GROUNDING INSTITUTE (gratuito) - ogni lunedì ore 20.00 (telefonare al 392.3800864) 

INCONTRI DI ARHATIC YOGA A CADENZA MENSILE

29 marzo INCONTRO DI SUPERVISIONE di PRANIC HEALING per gli studenti del Grounding institute

     CORSO DI PRANIC HEALING Base (1° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani -  

26-27 giugno - CORSO DI CRISTALLOTERAPIA PRANICA (4° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

26-27 settembre -  CORSO DI PRANIC HEALING AVANZATO (2° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

     CORSO DI PSICOTERAPIA PRANICA  (3° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani  

 

tunnel5.jpg

   IPNOSI

 

 

 

Sedute individuali di Ipnosi (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Sedute individuali di Ipnosi regressiva (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Intensivo di Ipnosi di gruppo ogni mese (escluso agosto) 2016

 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

logo_siab.jpg

 

Corso di Formazione per Conduttore di Classi di Esercizi Bioenergetici e Counselling a indirizzo bioenergetico

Date 1° anno del Corso di Formazione in COUNSELLING a indirizzo bioenergetico

( Società Italiana di Analisi Bioenergetica - SIAB) - direttore: dr. Maurizio D'Agostino
Orario 10.00-17.00 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

esercizi bioenergetici per sciogliere le tensioni del viso_n.jpg

 

  CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI 

  ogni MERCOLEDI' ore 19.00

 

 

 

 

INTENSIVI DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI  - Per info chiamare al conduttore

  CONDUTTORE: Dr. Maurizio D'Agostino

In questo intensivo sarà dato ampio spazio al lavoro con le vibrazioni energetiche, al contatto e al lavoro col respiro. Sarà incentrato sugli ultimi sviluppi metodologici di David Berceli sul Tremore neurogenico.

Per Informazioni e iscrizioni telefonare al 392.3800864

 

 respira sei vivo.jpg

 GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN della tradizione di Thich Nhat Hanh

ogni MERCOLEDI' ore 20.45 (ingresso libero) (subito dopo la classe di esercizi)

 

 

 RITIRO DI MEDITAZIONE CON i MONACi ZEN di PLUM VILLAGE

 (VEDERE SITO WWW.ZENQUIEORA.ORG )

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN COL MONACO PHAP BAN - dal 14 al 28.aprile 2016

 Arrivare alle ore 19.45 per sistemarsi nella sala. I'incontro inizierà alle ore 20.15. Dopo non si potrà più accedere. Inviare sms o telefonare al 392.3800864 (Maurizio D'Agostino) se si intende partecipare all'incontro.

Luogo: JACARANDA CENTER, VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE   http://www.zenquieora.org/www.zenquieora.org

 Gli incontri di pratica zen con Phap Ban proseguiranno ogni pomeriggio e nel weekend 16-17 aprile ci sarà il ritiro. 

Nel weekend del 23-24 aprile ci sarà il Ritiro di REBIRHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'AGOSTINO e dal monaco zen PHAP BAN. 

Avvisare se si intende partecipare:

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE 

cell. 3923800864 

Pagina di Facebook: ZEN QUI E ORA - Gruppo di Meditazione Zen di Catania-Sicilia

 

GIORNATA DI MEDITAZIONE ZEN  CON IL MONACO ZEN PHAP BAN  -  4 OTTOBRE 

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN CON I MONACI DELLA TRADIZIONE ZEN DI THICH NHAT HANH DI PLUM VILLAGE - INVERNO 2016 - VALVERDE

 

  ---------------------------------------------------------------------------------------------

logo_isp.png

 

CORSO di SPECIALIZZAZIONE in PSICOTERAPIA BREVE A INDIRIZZO STRATEGICO per psicologi e medici (Istituto per lo Studio delle Psicoterapie - ISP)

  

 BARI, 23-24 maggio

CATANIA  21 FEBBRAIO, 

LAMEZIA TERME, 9-10 maggio,

ROMA, 18-19 aprile

 

PER INFORMAZIONI SU TUTTE LE PROPOSTE

JACARANDA CENTER

Direttore: dr. Maurizio D’Agostino

Cell.  3923800864

Via RAMONDETTA, 21 VALVERDE (CT)

www.bioenergetic.it



CORSO ORTO CON PIANTE AROMATICHE E MEDICINALI condotto da Antonio D'Amico - 23 aprile 2017 -

COME FARE UNA PROPRIA FARMACIA NATURALE. 

Il corso teorico-pratico è rivolti a chi desidera sviluppare uma corretta realizzazione di un orto con piante aromatiche e medicinali e imparare le principali tecniche colturali.

Per info chiamare al 3923800864 

 Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 




Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri Percorso di quattro incontri Offerto dal monaco Zen -

Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri

Percorso di quattro incontri
Offerto dal monaco Zen Phap Ban


Cari amici, sono molto felice di tornare in Sicilia e di poter praticare nella natura del nuovo centro di Valverde. 
Qui in Salento abbiamo appena concluso un percorso di quattro mesi.
Abbiamo provato a coltivare una nuova relazione con noi stessi, una relazione di ascolto e di rispetto, di amicizia. Forse il tema che più ci ha ispirato è stato la frase di Thay : "Sentire è già amare". 
Ogni volta mi stupisco dei frutti che regala una pratica continuata. Come sapete non sono né un maestro né una guida ( cadremmo tutti in un fosso ) ma un secchione e mi piace creare momenti di pratica, sento molto prezioso questo nostro stare insieme nell'ascolto, nella presenza.
un abbraccio, a prestissimo
fratello claudio

Il Percorso inizierà sabato 16 e si svilupperà in quattro incontri: ( siate puntuali per favore )

1 Radicamento nel sentire, abitare il corpo, il respiro sabato 16 inizio h 19.00 -21 (Siracusa)

2.Apertura, affidarsi, perdono domenica 17 inizio h 11 -17 (punto di ritrovo Milo ore 9.30) Monti Sartorius - Etna 
3.Amicizia con se stessi mercoledì 20 inizio h 21 -22.30 Valverde

4.Amicizia con gli altri. venerdì 22 inizio h 19.00 -21.00 Valverde

JACARANDA CENTER
VIA RAMONDETTA 21 Valverde (CT)
Per info: 3923800864

Ecco il testo che vi propongo come riferimento durante la nostra pratica:

"Fare Pace con Se Stessi" di Thich N Hanh ed. Ubaldinihttp://www.ilgiardinodeilibri.it/…/__fare-pace-con-se-stess…

Se potete portate con voi penna e taccuino che useremo anche come diario di pratica personale in questa settimana di pratica
Un abbraccio e a presto
fratello phap ban



INTENSIVO DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

"ARRENDERSI AL CORPO"

Sabato 22 aprile 2017 ore 10.00-17.30

 

Jacaanda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde (CT)

Per info chiamare: 3923800864 

www.bioenergetic.it  

www.jacarandacenter.it  



Corso di formazione professionale in REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE -

In programmazione. 1° modulo in Vivation (o Rebirthing integrativo), 2° modulo Rebirthing bioenergetico, 3° modulo Rebirthing bioenergetico-transpersonale. info: 3923800864



Vesak - Incontro di pratica di meditazione zen - Venerdì 22 aprile 2016 -

L'incontro sarà facilitato dal monaco zen Phap Ban 

In tutto il mondo, in questi giorni, nella tradizione buddhista celebrano il Vesak, ovvero la festa sacra che rievoca la nascita, la morte e il Nirvana, l'illuminazione di Buddha.

Il Vesak è una delle feste religiose più importanti del calendario buddhista ed è una occasione per ricordare i precetti, la vita e l'insegnamento di Buddha nel mondo. Cade normalmente nel giorno del plenilunio di aprile o maggio anche se tutto il mese ed in particolare i giorni intorno al plenilunio sono considerati importanti.

A Plum Village si è soliti festeggiare questa giornata costruendo un piccolo ponte nel laghetto di uno stagno coperto di fiori di loto. Uno ad uno i presenti percorrono il ponte al cui centro è stato posta una piccola statua del Buddha bambino e mentre viene intonato un canto aspergono con acqua mista petali di fiori l'immagine del bambino.

Proprio con questo spirito festeggeremo con voi questa giornata che ci ricorda la libertà immensa che portiamo in noi, libertà che nessuno può darci e nessuno può toglierci.

Venerdì ore 19.00 (arrivare 18.30)

 

Jacaranda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde

Per info e partecipazione chiamare o mandare un SMS al 3923800864

 

(Attenzione: Se il navigatore vi porta a via Ramondetta 21 di Aci Bonaccorsi allora scendendo prendere la prima a sinistra e poi la prima a destra (e già siete su via Ramondetta di Valverde) e dopo 50 metri trovate i 3 cancelli. Prendere il primo cancello a sinistra e percorre la strada sterrata fino alla fine.



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA E REBIRTHING " Verso il Sè profondo: respiro, voce, contatto" -

CONDUTTORE: DR. MAURIZIO D'AGOSTINO

 

SABATO 13 E DOMENICA 14 MAGGIO 2017

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

CELL. 3923800864

www.jacarandacenter.it  



La danza del risveglio 28 maggio 2017 -

Per informazioni vedere sul nuovo sito www.jacarandacenter.it



Intensivi di IPNOSI REGRESSIVA, REBIRTHING, BIOENERGETICA condotti dal dr. Maurizio D'Agostino -

Calendario degli incontri per il 2016 

 

20 marzo 2016 Intensivo di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale

23-24 aprile - Intensivo di meditazione zen e Rebirthing con Phap Ban e Maurizio D Agostino 

29 maggio - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti e Rebirthing 

18-19 giugno - Intensivo residenziale di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale - Castel di Tusa (ME) (presso Museo albergo Atelier d'arte sul mare)

26 giugno - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti

24 luglio Intensivo di analisi bioenergetica 

21 agosto Intensivo di analisi bioenergetica "Lasciare andare le resistenze e l'atosabotaggio"

22 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Arrendersi al corpo: dalla paura alla fiducia"

25 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Decondizionare la propria infanzia" 

22-23 ottobre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore"

26-27 novembre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore" 

17-18 dicembre  Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "Padroneggia il tuo bambino interiore"

 

 

Per informazioni chiamare il conduttore degli intensivi Dr Maurizio D Agostino

cell 3923800864

(il programma può subire variazioni con aggiunte di date)

 

Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 


http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.bioenergetic.it%2F&h=ZAQG2JS5MAQFsGDDjZWvGCZvTEsvNXcdFrf0ysXPxqXE1RA&enc=AZOY8icU6R047kL8JHdJ6gyJtxsGgOjrf_oTlLXJiLA4LUA2nx_mX69zeOhNX9zcsJW2OgzzcCDk9S8UiPCl-UcLtJPtrzUvqRbqnKvu-Z_bolVWRFbW4d2uW2Pq7BsDrOO5vjppgijHDvvRYfXZ4fclufmWSUg-z8rm_F4CLs4fv1s7al1bBzj6KCNb9RSrGRlmQzsnm5E6anxTwEfLTuTn&s=1

 

 

 

 

 

 



ATTENZIONE. AVVISO IMPORTANTE - CAMBIAMO SEDE -

Dal 1 GENNAIO 2016 ci siamo trasferiti nella nuova sede sita in Via RAMONDETTA, 23 VALVERDE

PER INFO: 3923800864

INDICAZIONI PER RAGGIUNGERE LA NUOVA SEDE DI VALVERDE 


https://www.google.it/maps/place/GROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO/@37.5919769,15.1177059,16z/data=!4m7!1m4!3m3!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad!2sGROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO!3b1!3m1!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad?hl=it



CORSO DI IPNOSI - TECNICHE DI INDUZIONE E APPLICAZIONE CLINICHE -

per laureati e laureandi in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze dell’Educazione, Sociologia, e ai diplomati con laurea triennale in Psicologia, nonché a tutti gli operatori sanitari con laurea. Profilo di uscita: Esperto in Tecniche di Induzione Ipnotica.

Il corso prevede 40 ore di attività didattica teorico-pratica, ed è articolato in 2 week-end.

Per Informazione telefonare al cell. 3923800864



GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN - Ogni mercoledì alle ore 20.30 -

secondo la tradizione di Thich Nhat Hanh. Ingresso libero.

Sede: Grounding Institute Via Asiago, 35 1° Piano a sinistra.



INTENSIVI di REBIRTHING/VIVATION - Sabato e/o domenica ore 10.00-18.30 conduttore M. D'Agostino - In questo ciclo di Workshops intensivi non residenziale si farà un lavoro col respiro (rebirthing e vivation) integrato se opportuno con la terapia bioenergetica.Verranno sperimentate varie modalità di lavoro col respiro ( a secco, eyegaze vivation, vivation allo specchio ecc.).Gli orari di lavoro saranno sabato e/o domenica dalle 10 alle 18.30.

Realizzazione Siti Web: Studio Insight
pagine viste: