Home arrow Counselling arrow LE BARIERRE DELLA COMUNICAZIONE (O METODI TRADIZIONALI DI AIUTO) a cura di Maurizio D'Agostino
LE BARIERRE DELLA COMUNICAZIONE (O METODI TRADIZIONALI DI AIUTO) a cura di Maurizio D'Agostino
venerdì 24 aprile 2009
1.       Dare ordini, dirigere, comandare
 
Questi messaggi comunicano alle persone che le loro sensazioni, bisogni e problemi non sono importanti; egli deve conformarsi ai sentimenti e bisogni del counsellor. Si comunica che la persona non è accettabile per com’è al momento. Aumenta la paura dell'altro, è sottintesa la minaccia di punizioni. Teme di essere ferito da chi è più forte e più grande di lui. Nella persona vengono provocati sentimenti di rancore e rabbia, collera, ritorsione e resistenza al fine di mettere alla prova il potere dell'altro. Questi messaggi possono comunicare che il counsellor non si fida delle capacità e del giudizio del cliente.
Dire alla persona di fare qualcosa, dargli un ordine o un comando:
-  Non m’importa quello che vuoi fare tu, rientra subito nella stanza!
-  Non parlare a tua madre in quel modo!
-  Torna subito a giocare con Alessandra e Marta!
-  Smettila di lamentarti!
 
2.       Avvertire, ammonire, minacciare, promettere
 
Messaggi simili ai precedenti, ma con esplicitazione delle conseguenze in caso di rifiuto. Ciò può rendere la persona timorosa e sottomessa, creare ostilità e l'idea che non ci sia rispetto per i propri bisogni e desideri. A volte può esserci una reazione di sfida, rimanendo rigidamente sulle proprie posizioni, anche in verifica della minaccia (“Non m’importa cosa succede, la penso lo stesso così”).
Dire alla persona quali saranno le conse­guenze delle sue azioni:
-  Se fai una cosa del genere, te ne pentirai!
-  Un'altra parola, e finisci dritto in camera tua!
-   Se non vuoi che finisca male, è meglio che lasci perdere!
-   Se non ti decisi a provare non imparerai mai, e te ne pentirai per il resto della tua vita!
 
3.       Esortare, moralizzare, fare prediche, o usare espressioni tipo: "dovresti, sarebbe opportuno, si deve, non si deve"
 
Questi messaggi fanno pesare il potere esterno dell'autorità, del dovere, degli obblighi (“dovresti…”, “E’ bene che tu…” “Devi…”); spesso la reazione è la resistenza e la difesa delle proprie scelte, ancor più tenacemente.
Inoltre questi interventi disconfermano la capacità di autoregolazione di ognuno, la persona non si sente considerata capace di formarsi opinioni o di esprimersi con valori propri.
Si può produrre un senso di colpa o inadeguatezza.
Dire alla persona che cosa dovrebbe fare o sarebbe bene che facesse:
-  Ma non dovresti fare così, …
-  Sarebbe opportuno che tu...
-  Devi sempre rispettare chi è più vecchio di te.
 
4.       Consigliare, offrire suggerimenti o soluzioni
 
Questi messaggi spesso comunicano alla persona sfiducia nelle sue capacità di giudizio o di trovare soluzioni ai suoi problemi. Si può creare dipendenza dall'altro, fino a smettere di pensare da soli e rivolgersi ad un’autorità esterna per qualunque risposta (“Che dovrei fare, dottore?”).
Chi consiglia sta affermando la sua superiorità ("so io ciò che è meglio per te"), e questo può irritare persone che stanno identificando e verificando le proprie capacità e la propria autonomia, provocando forti ed improduttivi contrasti con l'altro (“voglio farcela da me”, “non voglio sentirmi dire cosa devo fare”).
Altre volte si possono strutturare sensi di inferiorità (“Tu sai sempre tutto”). Inoltre può verificarsi un senso di incomprensione, rispetto a consigli sbagliati.
Dire alla persona come risolvere un problema, dargli consigli e suggerimenti, fornirgli risposte e soluzioni:
-  Perché non chiedi ad Alessandra e Marta di scendere a giocare con te? Così non avresti bisogno di…
-  Aspetta ancora un paio di anni, prima di deci­dere se fare o meno l'università.
-  Prova a parlarne con l'insegnante.
-          Cercati altre amiche.
-          Perché non…; io farei così…; secondo me…
 
5.       Insegnare, persuadere, argomentare, fare discorsi
 
La persona vive l'altro come qualcuno più in alto, con sentimenti di inferiorità, inadeguatezza, subordinazione (“credi sempre di sapere tutto”). A volte il risentimento (“credi che non lo sap­pia?”) può provocare difesa. Nessuno ama sentirsi dimostrare di aver sbagliato, e spesso la per­sona difende con accanimento le proprie posizioni (“tu hai torto, io ho ragione”, “non riuscirai a convincermi”). Inoltre il fare discorsi può annoiare e provocare distrazione. C'è da tenere in conto che la persona ha già di per sé molte informazioni su se stessa, molte di più di quelle che può fornire l'altro.
Cercare di influenzare l’altro con fatti, argomentazioni, ragionamenti, informazioni o con le proprie opinioni:
-  Andare all’università potrebbe essere l'espe­rienza più bella della tua vita.
-  I bambini devono imparare ad andare d'accor­do tra loro.
-  Guardiamo cosa dicono le statistiche sui giova­ni laureati.
-  Se i ragazzi imparano ad assumersi le proprie responsabilità, sapranno farlo anche da grandi.
-  Considera la cosa da questo punto di vista: tua madre ha bisogno di aiuto in casa.
-  Quando avevo la tua età, dovevo fare il doppio di quello che fai tu.
 
6.       Giudicare, criticare, condannare, non essere d'accordo, opporsi, biasimare
 
Questi messaggi, forse più di tutti, fanno sentire la persona inadeguata, inferiore, stupida, indegna, cattiva. E se siamo d'accordo che l’idea di noi stessi si forma anche attraverso i giudizi che le figure significative ci danno ciò provocherà un abbassamento dell'autostima.
Le critiche negative provocano contro-critiche (“tu fai lo stesso, nemmeno tu sei così perfetto").
Le idee e i sentimenti vengono tenuti nascosti per paura che siano criticati. Può svilupparsi un senso di non essere amati/accettati. La reazione aggressiva da parte della persona giudicata serve a salvaguardare l’immagine di sè, ma limita nel rapporto di scambio e di alleanza.
Dare un giudizio o una valutazione negativa dell’altro:
-  Parli senza riflettere.
-  E’ un punto di vista immaturo.
-  Qui ti sbagli di grosso.
-  Non sono assolutamente d'accordo.
 
7.       Elogiare, assecondare
 
Ciò può essere dannoso se la valutazione positiva non coincide con l’immagine di sé che ha la persona, creando ostilità (“odio i miei capelli”, “non ho giocato affatto bene, ho fatto schifo”). Se la persona si sente giudicata positivamente può supporre che in altri momenti verrà giudicata negativamente. Oppure l’assenza di elogi in un ambiente che normalmente ne è ricco può essere vista come critica (“se non mi ha detto nulla sui miei capelli vuol dire che non gli piacciono”). A volte l'elogio viene visto come manipolazione, un modo sottile per l'altro di ottenere ciò che vuole (“lo dici solo per indurmi a studiare di più”). A volte la persona può sentirsi non capita quando elogiata (“non lo diresti se sapessi veramente come mi sento”). La lode pubblica può essere imbarazzante come del resto la critica pubblica. C'è inoltre il rischio della dipendenza dal riconoscimento altrui, a volte arrivando persino a pretenderlo (“non hai detto nulla rispetto al mio successo”, “Nono sono stato bravo?”).
Dare un giudizio o una valutazione positiva, oppure essere d’accordo:
-  Secondo me sei un ragazzo in gamba, sono sicuro che sai il fatto tuo.
-  Sei perfettamente in grado di riuscirci.
-  Credo che tu abbia ragione.
-  Sono d'accordo con te.
 
8.       Etichettare, dare soprannomi, ridicolizzare, prendere in giro, umiliare
 
Questi messaggi possono avere effetti devastanti sull’immagine di sè, facendo sentire la persona indegna, cattiva, non amata.
A volte la reazione è di restituire all’altro lo stesso messaggio ("senti chi parla di pigrizia").
Probabilmente il messaggio barriera verrà ignorato e la persona cercherà di giustificarsi (“Non sembro volgare con l’ombretto”).
Indurre il figlio a sentirsi stupido, affibbiargli una etichetta, umiliarlo:
-  Sei un ragazzino viziato.
-  Eccolo, il sapientone.
-  Ti stai comportando da selvaggio.
-  Va bene, piccolino.
 
9.       Interpretare, analizzare, diagnosticare
 
Questi messaggi dicono che la persona è stata “inquadra­ta”, l'altro lo ha capito, conosce le sue motivazioni o le ragioni del suo modo di essere , e sa tutti i perché.
Questo crea frustrazione e intimidazione: se l’analisi è corretta la persona si sente nuda, scoperta, imbarazzata (“Lo fai solo per attrarre l’attenzione”); se invece è sbagliata la persona si sentirà definita ingiustamente e spesso si arrabbierà (“Non sono geloso, è ridicolo”).
Inoltre la persona percepisce che l'altro si sente più saggio, superiore (“Io so il perché”, “Ti leggo dentro”): spesso questi messaggi interrompono bruscamente il desiderio di continuare a comunicare se stesso ed insegnano che è meglio astenersi dal condividere i propri problemi.
       Dire all’altro quali sono i motivi del suo comportamento o analizzare perché sta facendo o dicendo qualcosa, comunicargli la vostra diagnosi o l’idea che vi siete fatta di lui:
-  Secondo me la verità è che sei gelosa di Marta.
-  Lo stai dicendo per infastidirmi.
-  Non ci credi veramente.
-  Ti senti così perché non vai bene a scuola.
 
10.  Rassicurare, simpatizzare, consolare, sostenere
 
L’essere rassicurato può far sentire incompreso il problema nell’importanza che ha per la persona (“Non diresti così se sapessi lo spavento che provo”). I counsellor spesso rassicurano e consolano perché si sentono a disagio quando la persona è ferito, arrabbiato, disperato ecc. e ciò può far sentire la persona non accettata per quello che sente. Questi messaggi comunicano che il counsellor desidera che l’altro smetta di sentirsi in un determinato modo (“Non abbatterti, tutto si risolverà”)
Questo tentativo di cambiare la persona fa perdere la fiducia negli altri, visto che gli altri non danno fiducia a lei (“Lo dici solo per farmi sentire meglio”).
Minimizzando o compatendo si arresta la comunicazione perché il cliente sente che il counsellor vuole che egli smetta di provare ciò che prova.
Le forme di rassicurazione implicano spesso che la persona ansiosa è esagerata, non è ancorata alla realtà, in qualche modo un po' "folle". Questo crea ostilità rispetto ai tentativi di consolare o rassicurare.
Cercare di farlo sentire meglio, di distrar­lo dal suo stato d’animo, di dissipare le sue emozioni, di negare la pesantezza dei suoi sentimenti:
-  Domani ti sentirai diversamente.
-  A tutti i ragazzi capitano queste cose.
-  Non preoccuparti, le cose si aggiusteranno.
-   Potresti essere un ottimo studente, con le tue capacità.
-   Anch'io la pensavo così.
-    E già! A volte la scuola può essere proprio noiosa.
-    Di solito, vai abbastanza d'accordo con gli altri ragazzi.
 
11.  Inquisire, fare domande, interrogare, indagare
 
Questi messaggi possono indurre la persona a credere che non ci sia fiducia in lei, ma che esistano dubbi e sospetti (“Hai fatto come ti avevo detto?”). Spesso i clienti si sentono minacciati dalle domande, soprattutto se non ne capiscono la ragione.
Le domande a volte vengono interpretate come “trappole", tentativi di far uscire allo scoperto per poi aggredire. Non a caso spesso la risposta è un’altra domanda (“perché me lo chiedi? Dove vuoi arrivare?”).
Se la persona sta parlando di un suo problema può avere l'idea che le domande gli vengano fatte al fine di raccogliere informazioni per risolvergli il problema, più che lasciargli trovare la propria soluzione.
Il fare una domanda vuol dire indirizzare la persona a parlare di un solo aspetto, e di nient'altro; ciò limita la libertà della persona di parlare di ciò che desidera. Interrogare è il modo meno funzionale per avere una comunicazione aperta e costruttiva.
         Cercare ragioni, motivi, cause; richiedere altre informazioni che possano aiutarvi a risolvere il problema:
-  Quando hai incominciato a sentirti così?
-  Perché ti sembra di odiare la scuola?
-  Ma le tue amiche ti dicono perché non vogliono giocare con te?
-  Con quanti altri ragazzi hai parlato del lavoro che devono fare?
-  Chi ti ha messo in testa queste idee?
-  Che cosa farai se non andrai all'università?
 
12.  Cambiare argomento, sottrarsi, distrarre, sdrammatizzare, minimizzare, fare battute scherzose, ironizzare
 
Questi messaggi possono comunicare che non si è interessati alla persona, che non vengono rispettati i suoi sentimenti, o addirittura il rifiuto per la persona stessa. La serietà del discorso può venire svalorizzata, e la persona offesa. Quando si risponde scherzando, possono sentirsi feriti o respinti.
Si può riuscire temporaneamente a distrarli o ad alleggerire l’intensità di alcuni sentimenti o problemi, che però non sempre svaniscono. Spesso, anzi, ricompaiono in un altro momento. Posticipare la soluzione di un problema non vuol dire risolvere il problema.
Se la persona non si sente ascoltata e capita con rispetto si reprimerà e cercherà soluzioni altrove.
Distogliere l’attenzione della persona dal problema, tirarvi indietro, distrarre, fare dello spirito o eludere il problema:
-  Cerca di non pensarci adesso. Piuttosto, raccontami cosa hai fatto di bello oggi…
-  Ma dai! Parliamo di argomenti più piacevoli.
-  Come va con la pallacanestro?
-  Già che ci sei, perché non dai fuoco alla scuola?
-  È una storia vecchia.
 
 
Le «Dodici Risposte Tipiche»
 
Per comprendere gli effetti che queste Dodici Ri­sposte Tipiche possono avere su un utente o sul rappor­to genitore-figlio, insegnante-alunno ecc. occorre innanzitutto comprendere che le risposte verbali contengono in genere più di un significato o di un messaggio.
Quando il counsellor dice qualcosa a un cliente, spesso dice qualcosa su di lui. Questo è il motivo per cui qualsiasi comunicazione con un cliente ha un impatto tanto grande su di lui e sulla sua relazione col counsellor. Ogni volta che parlate con un utente aggiungete un altro mattone alla relazione che state costruendo insieme. E ogni messaggio gli comunica cosa pensate di lui. Gradualmente l’altro costruisce un’immagine di come lo percepite in quanto persona. La parola può essere costruttiva per l’altro e per la relazione, ma può anche essere distruttiva.
Ecco alcuni effetti segnalati dalle persone circa le risposte barriera:
-  Mi fanno smettere di parlare, mi bloccano;
-  Mi fanno mettere sulla difensiva;
-  Mi fanno discutere e controbattere;
-  Mi fanno sentire inadeguato e inferiore;
-  Mi suscitano rancore e rabbia;
-  Mi fanno sentire colpevole e cattivo;
-  Mi fanno sentire obbligato a cambiare, non accettato così come sono;
-  Mi fanno pensare che l’altro non mi crede capace di risolvere il mio problema;
-  Mi sento trattato in modo paternalistico, come se fossi un bambino;
-  Mi fanno sentire incompreso;
-  Mi fanno credere che i miei stati d’animo siano inammissibili;
-  Mi fanno sentire interrotto;
-  Mi fanno sentire frustrato;
-  Mi fanno sentire sul banco dell’imputato;
-  Mi fanno capire che l’ascoltatore non è interessato.
Queste dodici risposte verbali sono esattamente quelle che gli psicoterapeuti e i counsellor hanno imparato a evitare lavorando con i clienti. Sono risposte potenzialmente non-terapeutiche. I professionisti imparano a fare affidamento su altre modalità di risposta che sembrano comportare un rischio assai minore di indurre l’utente a interrompere la comunicazione, di suscitare in lui sensi di colpa o di inadeguatezza, di ridurre la sua autostima, di costringerlo a mettersi sulla difensiva, di scatenare risentimento, di farlo sentire non accettato, e così via.
 
 
 
Dott. Maurizio D’Agostino
(psicologo – psicoterapeuta rogersiano – analista bioenergetico – trainer metodo Gordon)

 

 
englishitalian

Login Form






Password dimenticata?

Libri Consigliati

bioenergetica-manuale_copy.jpgchiave_per_lo_zen.jpg
ATTIVITA' AL JACARANDA CENTER -

- Ogni mercoledì CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI ore 19.30-20.45 - conduttore: dr. Maurizio D'Agostino 

- ogni mercoledì MEDITAZIONE ZEN ore 21-22.30
- Ogni giovedì KUNDALINI YOGA ore 18-20 - conduttrice: Lucia Zahara

- Ogni giovedì BIODANZA ore 20.30 - conduttrice: Zaira De Luca 
- ogni Lunedì PRANIC HEALING ore 20-22.00

- ogni Lunedì e venerdì TAI CHI ore 19-20.30 - conduttore: Maestro Nazzareno Russo
- Domenica 30 aprile DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Domenica 28 maggio DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Una domenica al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo ore 10-18.20 (vedi sotto programma Intensivi)

- Un weekend (Sabato e Domenica) al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo, Rebirthing, Ipnosi regressiva orario 10-19.30

Per info : tel. 3923800864
Jacaranda Center, via Ramondetta, 21 Valverde

www.bioenergetic.it
www.jacarandacenter.it
www.zenquieora.org



CORSO BASE TECNICHE RAPIDE DI INDUZIONE IPNOTICA -

Per psicologi, medici, counsellors, pedagogisti, infermieri ed altri esperti nella relazione d'aiuto e a tutti gli appassionati. Numero massimo 20 persone. Per Info 3923800864.



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA "DISTACCHI" conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

SABATO 3 E DOMENICA 4 GIUGNO 2017 

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

PER INFO: 3923800864 

WWW.JACARANDACENTER.IT 



CALENDARIO 2017 - INTENSIVI DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO conduttore dr. Maurizio D’Agostino -

Calendario Gruppo di terapia bioenergetica

29 gennaio 

19 febbraio

12 marzo

9 aprile

7 maggio

11 giugno

9 luglio

17 settembre

15 ottobre

19 novembre

3  dicembre 

 

Per info: 3923800864

www.jacarandacenter.it 



GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN - Ogni mercoledì alle ore 20.30 -

secondo la tradizione di Thich Nhat Hanh. Ingresso libero.

Sede: Grounding Institute Via Asiago, 35 1° Piano a sinistra.



Intensivi di IPNOSI REGRESSIVA, REBIRTHING, BIOENERGETICA condotti dal dr. Maurizio D'Agostino -

Calendario degli incontri per il 2016 

 

20 marzo 2016 Intensivo di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale

23-24 aprile - Intensivo di meditazione zen e Rebirthing con Phap Ban e Maurizio D Agostino 

29 maggio - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti e Rebirthing 

18-19 giugno - Intensivo residenziale di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale - Castel di Tusa (ME) (presso Museo albergo Atelier d'arte sul mare)

26 giugno - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti

24 luglio Intensivo di analisi bioenergetica 

21 agosto Intensivo di analisi bioenergetica "Lasciare andare le resistenze e l'atosabotaggio"

22 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Arrendersi al corpo: dalla paura alla fiducia"

25 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Decondizionare la propria infanzia" 

22-23 ottobre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore"

26-27 novembre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore" 

17-18 dicembre  Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "Padroneggia il tuo bambino interiore"

 

 

Per informazioni chiamare il conduttore degli intensivi Dr Maurizio D Agostino

cell 3923800864

(il programma può subire variazioni con aggiunte di date)

 

Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 


http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.bioenergetic.it%2F&h=ZAQG2JS5MAQFsGDDjZWvGCZvTEsvNXcdFrf0ysXPxqXE1RA&enc=AZOY8icU6R047kL8JHdJ6gyJtxsGgOjrf_oTlLXJiLA4LUA2nx_mX69zeOhNX9zcsJW2OgzzcCDk9S8UiPCl-UcLtJPtrzUvqRbqnKvu-Z_bolVWRFbW4d2uW2Pq7BsDrOO5vjppgijHDvvRYfXZ4fclufmWSUg-z8rm_F4CLs4fv1s7al1bBzj6KCNb9RSrGRlmQzsnm5E6anxTwEfLTuTn&s=1

 

 

 

 

 

 



INTENSIVI di REBIRTHING/VIVATION - Sabato e/o domenica ore 10.00-18.30 conduttore M. D'Agostino - In questo ciclo di Workshops intensivi non residenziale si farà un lavoro col respiro (rebirthing e vivation) integrato se opportuno con la terapia bioenergetica.Verranno sperimentate varie modalità di lavoro col respiro ( a secco, eyegaze vivation, vivation allo specchio ecc.).Gli orari di lavoro saranno sabato e/o domenica dalle 10 alle 18.30.

Corso di formazione professionale in REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE -

In programmazione. 1° modulo in Vivation (o Rebirthing integrativo), 2° modulo Rebirthing bioenergetico, 3° modulo Rebirthing bioenergetico-transpersonale. info: 3923800864



INTENSIVO DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

"ARRENDERSI AL CORPO"

Sabato 22 aprile 2017 ore 10.00-17.30

 

Jacaanda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde (CT)

Per info chiamare: 3923800864 

www.bioenergetic.it  

www.jacarandacenter.it  



CALENDARIO DEGLI INCONTRI - Grounding Institute -

GRUPPO DI ANALISI BIOENERGETICA 

 condotto dal dr. Maurizio D’Agostino - ANNO 2017

29 GENNAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 FEBBRAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

12 MARZO - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 APRILE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

7 MAGGIO INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

11 GIUGNO-  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 LUGLIO -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

17 SETTEMBRE INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

15 OTTOBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 NOVEMBRE  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

3DICEMBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO)  orario: 10.00-18,30

 

brethe.jpg

 

 

INTENSIVI DI REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE

(CATANIA - GENOVA - LECCE - LONDRA - PORT LUIS (MAURITIUS) - 2015

 

 

  

SABATO FEBBRAIO 2016- VALVERDE (CT) INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

14-15 MARZO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

25-26 APRILE - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban  

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834

20-21 GIUGNO - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834) 

1-2 AGOSTO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

     AGOSTO - LONDRA - INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

3 OTTOBRE - CATANIA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban 

 

aztezfractal.jpg

 

 

MARATONE  DI ANALISI BIOENERGETICA

 

 

 

 

 

APRILE - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino  

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30

 

LUGLIO - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30 

 

OTTOBRE-  MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30  

 

NOVEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 26  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 27 ore 18.30  

 

DICEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 17  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 18 ore 10.00 - 18.30  

 

 Intensivi di Analisi Bioenergetica  condotti dal dr. Maurizio D'Agostino 

 

 

 

 

 

pranic-healing_mano_a_sx.jpg

 

 

PRANIC HEALING 

 

 

 

 

 

INCONTRO DI PRATICA per gli studenti di PRANIC HEALING del GROUNDING INSTITUTE (gratuito) - ogni lunedì ore 20.00 (telefonare al 392.3800864) 

INCONTRI DI ARHATIC YOGA A CADENZA MENSILE

29 marzo INCONTRO DI SUPERVISIONE di PRANIC HEALING per gli studenti del Grounding institute

     CORSO DI PRANIC HEALING Base (1° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani -  

26-27 giugno - CORSO DI CRISTALLOTERAPIA PRANICA (4° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

26-27 settembre -  CORSO DI PRANIC HEALING AVANZATO (2° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

     CORSO DI PSICOTERAPIA PRANICA  (3° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani  

 

tunnel5.jpg

   IPNOSI

 

 

 

Sedute individuali di Ipnosi (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Sedute individuali di Ipnosi regressiva (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Intensivo di Ipnosi di gruppo ogni mese (escluso agosto) 2016

 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

logo_siab.jpg

 

Corso di Formazione per Conduttore di Classi di Esercizi Bioenergetici e Counselling a indirizzo bioenergetico

Date 1° anno del Corso di Formazione in COUNSELLING a indirizzo bioenergetico

( Società Italiana di Analisi Bioenergetica - SIAB) - direttore: dr. Maurizio D'Agostino
Orario 10.00-17.00 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

esercizi bioenergetici per sciogliere le tensioni del viso_n.jpg

 

  CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI 

  ogni MERCOLEDI' ore 19.00

 

 

 

 

INTENSIVI DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI  - Per info chiamare al conduttore

  CONDUTTORE: Dr. Maurizio D'Agostino

In questo intensivo sarà dato ampio spazio al lavoro con le vibrazioni energetiche, al contatto e al lavoro col respiro. Sarà incentrato sugli ultimi sviluppi metodologici di David Berceli sul Tremore neurogenico.

Per Informazioni e iscrizioni telefonare al 392.3800864

 

 respira sei vivo.jpg

 GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN della tradizione di Thich Nhat Hanh

ogni MERCOLEDI' ore 20.45 (ingresso libero) (subito dopo la classe di esercizi)

 

 

 RITIRO DI MEDITAZIONE CON i MONACi ZEN di PLUM VILLAGE

 (VEDERE SITO WWW.ZENQUIEORA.ORG )

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN COL MONACO PHAP BAN - dal 14 al 28.aprile 2016

 Arrivare alle ore 19.45 per sistemarsi nella sala. I'incontro inizierà alle ore 20.15. Dopo non si potrà più accedere. Inviare sms o telefonare al 392.3800864 (Maurizio D'Agostino) se si intende partecipare all'incontro.

Luogo: JACARANDA CENTER, VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE   http://www.zenquieora.org/www.zenquieora.org

 Gli incontri di pratica zen con Phap Ban proseguiranno ogni pomeriggio e nel weekend 16-17 aprile ci sarà il ritiro. 

Nel weekend del 23-24 aprile ci sarà il Ritiro di REBIRHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'AGOSTINO e dal monaco zen PHAP BAN. 

Avvisare se si intende partecipare:

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE 

cell. 3923800864 

Pagina di Facebook: ZEN QUI E ORA - Gruppo di Meditazione Zen di Catania-Sicilia

 

GIORNATA DI MEDITAZIONE ZEN  CON IL MONACO ZEN PHAP BAN  -  4 OTTOBRE 

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN CON I MONACI DELLA TRADIZIONE ZEN DI THICH NHAT HANH DI PLUM VILLAGE - INVERNO 2016 - VALVERDE

 

  ---------------------------------------------------------------------------------------------

logo_isp.png

 

CORSO di SPECIALIZZAZIONE in PSICOTERAPIA BREVE A INDIRIZZO STRATEGICO per psicologi e medici (Istituto per lo Studio delle Psicoterapie - ISP)

  

 BARI, 23-24 maggio

CATANIA  21 FEBBRAIO, 

LAMEZIA TERME, 9-10 maggio,

ROMA, 18-19 aprile

 

PER INFORMAZIONI SU TUTTE LE PROPOSTE

JACARANDA CENTER

Direttore: dr. Maurizio D’Agostino

Cell.  3923800864

Via RAMONDETTA, 21 VALVERDE (CT)

www.bioenergetic.it



La danza del risveglio 28 maggio 2017 -

Per informazioni vedere sul nuovo sito www.jacarandacenter.it



Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri Percorso di quattro incontri Offerto dal monaco Zen -

Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri

Percorso di quattro incontri
Offerto dal monaco Zen Phap Ban


Cari amici, sono molto felice di tornare in Sicilia e di poter praticare nella natura del nuovo centro di Valverde. 
Qui in Salento abbiamo appena concluso un percorso di quattro mesi.
Abbiamo provato a coltivare una nuova relazione con noi stessi, una relazione di ascolto e di rispetto, di amicizia. Forse il tema che più ci ha ispirato è stato la frase di Thay : "Sentire è già amare". 
Ogni volta mi stupisco dei frutti che regala una pratica continuata. Come sapete non sono né un maestro né una guida ( cadremmo tutti in un fosso ) ma un secchione e mi piace creare momenti di pratica, sento molto prezioso questo nostro stare insieme nell'ascolto, nella presenza.
un abbraccio, a prestissimo
fratello claudio

Il Percorso inizierà sabato 16 e si svilupperà in quattro incontri: ( siate puntuali per favore )

1 Radicamento nel sentire, abitare il corpo, il respiro sabato 16 inizio h 19.00 -21 (Siracusa)

2.Apertura, affidarsi, perdono domenica 17 inizio h 11 -17 (punto di ritrovo Milo ore 9.30) Monti Sartorius - Etna 
3.Amicizia con se stessi mercoledì 20 inizio h 21 -22.30 Valverde

4.Amicizia con gli altri. venerdì 22 inizio h 19.00 -21.00 Valverde

JACARANDA CENTER
VIA RAMONDETTA 21 Valverde (CT)
Per info: 3923800864

Ecco il testo che vi propongo come riferimento durante la nostra pratica:

"Fare Pace con Se Stessi" di Thich N Hanh ed. Ubaldinihttp://www.ilgiardinodeilibri.it/…/__fare-pace-con-se-stess…

Se potete portate con voi penna e taccuino che useremo anche come diario di pratica personale in questa settimana di pratica
Un abbraccio e a presto
fratello phap ban



CORSO DI IPNOSI - TECNICHE DI INDUZIONE E APPLICAZIONE CLINICHE -

per laureati e laureandi in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze dell’Educazione, Sociologia, e ai diplomati con laurea triennale in Psicologia, nonché a tutti gli operatori sanitari con laurea. Profilo di uscita: Esperto in Tecniche di Induzione Ipnotica.

Il corso prevede 40 ore di attività didattica teorico-pratica, ed è articolato in 2 week-end.

Per Informazione telefonare al cell. 3923800864



Vesak - Incontro di pratica di meditazione zen - Venerdì 22 aprile 2016 -

L'incontro sarà facilitato dal monaco zen Phap Ban 

In tutto il mondo, in questi giorni, nella tradizione buddhista celebrano il Vesak, ovvero la festa sacra che rievoca la nascita, la morte e il Nirvana, l'illuminazione di Buddha.

Il Vesak è una delle feste religiose più importanti del calendario buddhista ed è una occasione per ricordare i precetti, la vita e l'insegnamento di Buddha nel mondo. Cade normalmente nel giorno del plenilunio di aprile o maggio anche se tutto il mese ed in particolare i giorni intorno al plenilunio sono considerati importanti.

A Plum Village si è soliti festeggiare questa giornata costruendo un piccolo ponte nel laghetto di uno stagno coperto di fiori di loto. Uno ad uno i presenti percorrono il ponte al cui centro è stato posta una piccola statua del Buddha bambino e mentre viene intonato un canto aspergono con acqua mista petali di fiori l'immagine del bambino.

Proprio con questo spirito festeggeremo con voi questa giornata che ci ricorda la libertà immensa che portiamo in noi, libertà che nessuno può darci e nessuno può toglierci.

Venerdì ore 19.00 (arrivare 18.30)

 

Jacaranda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde

Per info e partecipazione chiamare o mandare un SMS al 3923800864

 

(Attenzione: Se il navigatore vi porta a via Ramondetta 21 di Aci Bonaccorsi allora scendendo prendere la prima a sinistra e poi la prima a destra (e già siete su via Ramondetta di Valverde) e dopo 50 metri trovate i 3 cancelli. Prendere il primo cancello a sinistra e percorre la strada sterrata fino alla fine.



ATTENZIONE. AVVISO IMPORTANTE - CAMBIAMO SEDE -

Dal 1 GENNAIO 2016 ci siamo trasferiti nella nuova sede sita in Via RAMONDETTA, 23 VALVERDE

PER INFO: 3923800864

INDICAZIONI PER RAGGIUNGERE LA NUOVA SEDE DI VALVERDE 


https://www.google.it/maps/place/GROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO/@37.5919769,15.1177059,16z/data=!4m7!1m4!3m3!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad!2sGROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO!3b1!3m1!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad?hl=it



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA E REBIRTHING " Verso il Sè profondo: respiro, voce, contatto" -

CONDUTTORE: DR. MAURIZIO D'AGOSTINO

 

SABATO 13 E DOMENICA 14 MAGGIO 2017

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

CELL. 3923800864

www.jacarandacenter.it  



CORSO ORTO CON PIANTE AROMATICHE E MEDICINALI condotto da Antonio D'Amico - 23 aprile 2017 -

COME FARE UNA PROPRIA FARMACIA NATURALE. 

Il corso teorico-pratico è rivolti a chi desidera sviluppare uma corretta realizzazione di un orto con piante aromatiche e medicinali e imparare le principali tecniche colturali.

Per info chiamare al 3923800864 

 Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 




Corso di formazione in Reiki - 1° Livello - domenica a novembre-dicembre - Conduttore: Grazia Puglisi

Realizzazione Siti Web: Studio Insight
pagine viste: