REICH ORGONOMISTA
martedì 08 dicembre 2009

Il materialismo dialettico
La formula tensione carica
La scoperta dei bioni
La biopatia del cancro

  • I bioni azzurri
  • I bioni PA
  • I bacilli T
L'orgone atmosferico
L'accumulatore orgonico
Le biopatie
    

 

 

 

Il materialismo dialettico      

 

 

Reich afferma che vi è sempre stato un grave conflitto fra la posizione dei vitalisti e quella dei meccanicisti. Gli uni attribuivano lo sviluppo dell'organico ad una entità suprema e allo scopo che tale entità attribuiva alla vita. Gli altri attribuivano tutto al caso, al puro materialismo e paragonavano sempre più l'essere umano ad una macchina, seppure assai complessa.Reich, invece, sposa il pensiero del Materialismo Dialettico e lo riporta in chiave biologica. La vita segue uno sviluppo che si può spiegare con i principi fondamentali dei sistemi dialettici.Esistono, quindi, per Reich:
  • L' ANTITESI DEI SISTEMI (Organico e inorganico)
  • L' ANTITESI DISSOCIATIVA (Organico e inorganico)
  • L' ANTITESI GENETICA (Organico)

I primi due appartengono al mondo dell'inorganico e dell'organico. Il terzo è prerogativa solo del mondo organico, cioè vivente.

L'antitesi dei sistemi afferma che quando si scontrano due campi (sistemi A e B) ne scaturisce una terza forza C. Per esempio, l'antitesi fra forze centrifughe e centripete che regolano l'universo.

L'antitesi dissociativa si ha invece in situazioni tipo quella del ferro quando si avvicina una calamita. Il ferro si magnetizza e si creano, allora, due direzioni opposte nel pezzo di ferro, prima uniforme. Allora l'ambiente (la calamita), rende magnetico il ferro in una antitesi esterna che diventa antitesi interna. L'antitesi dissociativa può anche verificarsi in alternanza fra unificazione e dissociazione come nel caso di una molla.

L'antitesi genetica è invece un'antitesi dissociativa interna che diviene esterna e avanza in progressione geometrica. Ne è un esempio la divisione cellulare. L'antitesi genetica che è propria solo degli esseri viventi, è caratterizzata quindi dalla progressione geometrica. Se paragoniamo la cellula alla molla ci accorgiamo della differenza. La molla non produce 2 - 4 - 8 - 16 - 32 - 64 molle, la cellula invece sì.

Reich inoltre afferma che:
  • Da ogni dissociazione d'opposti si genera uno scarico d'energia (vedi il lavoro del magnete che sposta un altro pezzo di ferro), e nello stesso tempo la creazione di una nuova tensione che tende alla scarica.
  • Ogni unificazione d'antitesi rappresenta un legame d'energia libera, ossia una distensione.

Ovulo e spermatozoo sono sistemi antitetici con notevole tensione energetica che tendono all'unificazione e alla fusione. Il rapporto antitetico prima esterno, con la fusione si trasforma in antitesi interna che porta alla dissociazione energetica (divisione cellulare), e allo sviluppo in crescita geometrica.

Quindi tutto ciò che vive deve avere un ritmo di base, una legge comune che non ha nulla a che fare con quella che gli abbiamo attribuito noi in chiave sociale, culturale, ideologica ecc.

Ma come nasce l'antitesi interna che porta alla differenziazione genetica e allo sviluppo?
Reich porta come esempio il bambino e l'impulso a sporcarsi con le feci e lo sviluppo di quest'impulso in creatività nel disegno.

Poi Reich conclude affermando:
la vita organica si sviluppa da quella inorganica e contiene in sé le leggi della materia inorganica, ma nel processo evolutivo sviluppa leggi che sono assolutamente sue proprie e diverse da quelle da cui si è sviluppata.

Il vegetale è diverso dal terreno e dai liquidi che gli hanno permesso di svilupparsi.
La vita poi sviluppa la coscienza che è molto diversa dallo stadio precedente dal quale si è evoluta.

Anche la religione e il sesso nascono dallo stesso ceppo culturale per poi contrapporsi e combattersi per secoli in un'antitesi dissociativa. La stessa cosa accade nelle scienze. La Psicoanalisi nasce dalla Psichiatria per poi contrapporsi ad essa. La Vegetoterapia nasce dalla Psicoanalisi per poi contrapporsi al concetto psicoanalitico dell'Istinto di Morte. La contrapposizione nasce sempre da una tensione interna che non trova distensione opportuna.

Ma Reich afferma che non siamo noi a ragionare in termini dialettici ma è il processo stesso della natura che è dialettico. Tale processo produce tesi-antitesi e sintesi evolutiva creativa unificante.

Altri esempi di sviluppo dialettico in natura sono:
  • Antagonismo vago-simpatico
  • Ramificazioni del
    • Circolo sanguigno
    • Sistema nervoso
    • Struttura polmonare
    • Lato destro e sinistro del corpo

Anche nello sviluppo delle piante è osservabile lo stesso fenomeno. Basta osservare la ramificazione di un albero e quella d'ogni sua singola foglia.

Ma è importante ricordare che l'organismo, pur essendo in costante opposizione, è sempre un'unità funzionante in modo totalmente unitario.

La Legge Dialettica dello sviluppo è quindi
Frammentazione - Opposizione - Riunificazione
Ed è perciò fondamentale di ogni sviluppo organico.
     

 

Vi è quindi, una caratteristica fondamentale di tutto l'organismo ed è:
  • La carica e la scarica
  • La tensione e la distensione
  • La contrazione e l'espansione

È la formula della vita che si esprime nell'identità funzionale e nell'antitesi funzionale.

La stessa formula conosciuta come:


TENSIONE - CARICA - SCARICA - DISTENSIONE


chiamata anche la formula dell'orgasmo; tutto ciò che vive segue la formula dell'orgasmo.
Noi tendiamo a vedere le cose in contrapposizione diverse ed opposte anche se non lo sono.
  

Dice Osho ne La voce del mistero (ediz. Mondadori 2001):Nella vita, tutto è integrato. L'apparente diversità è come una grande sinfonia. Se elimini qualche nota, si perde tutta l'armonia.
Qualcuno potrebbe dire che il colore nero rappresenta il diavolo. Ecco perché a nessuno è consentito vestirsi di nero ai matrimoni; il nero è permesso quando muore qualcuno. Alcuni credono che il bianco sia un segno di purezza.
In senso simbolico va bene fare queste distinzioni, ma se qualcuno dovesse dire: "Liberiamoci dal nero, eliminiamolo dalla faccia della terra", ricorda che con l'eliminazione del nero resterebbe ben poco bianco; infatti il candore di quest'ultimo risalta in tutta la sua luminosità solo contro uno sfondo nero. L'insegnante scrive sulla lavagna con il gesso bianco. È forse impazzito? Perché non scrive su un muro bianco? Naturalmente è possibile scrivere su un muro bianco, ma le lettere non risalterebbero. Il bianco si nota a causa dello sfondo nero; è il nero, in realtà, che fa risaltare il bianco. Ricorda, il bianco dell'uomo che si inimica il nero si farà inevitabile smorto e opaco.
Se uno è contrario alla manifestazione della rabbia, il suo perdono sarà impotente. La forza del perdono risiede nella rabbia; solo chi riesce a essere arrabbiato ha il potere di perdonare.
Più violenta è la rabbia, maggiore è la magnanimità del perdono. Il potere stesso della rabbia conferirà splendore all'atto del perdono. In assenza di rabbia, il perdono apparirà del tutto opaco, vuoto, smorto.

Se il sesso di una persona viene annichilito, e ci sono modi per farlo, ricorda: ciò non farà di lui un brahmachari, un uomo casto, ma semplicemente un impotente. E tra le due cose c'è una fondamentale differenza. Trasformando il sesso, accettandolo e movendo la sua energia verso un livello superiore, è certamente possibile raggiungere il brahmacharya. Ma ricorda, la luminosità che scorgi negli occhi di un brahmachari, una persona casta, è proprio la luminosità dell'energia sessuale. L'energia è la stessa, ma trasformata.
Voglio dire questo: quelli che definiamo opposti non sono tali; la vita è retta da un ordine molto misterioso. In questo ordine misterioso gli opposti sono stati creati affinché le cose potessero esistere.
Ti sarà capitato di vedere un cumulo di mattoni ammassato davanti una casa in costruzione. Tutti i mattoni sono uguali. A quel punto l'architetto, l'ingegnere, per creare l'arco di una porta, li mette uno contro l'altro. I mattoni sono gli stessi, ma nel fare l'arco della porta egli li sistema l'uno contro l'altro affinché possano reggersi tra loro. Non riuscirebbe a costruire l'arco mettendo tutti i mattoni nello stesso ordine: crollerebbe immediatamente.
I mattoni posti nello stesso ordine non hanno né forza né resistenza. Ovunque c'è resistenza si crea una forza. Tutta la forza deriva dall'opposizione, tutta l'energia è prodotta dalla frizione. Nella vita, alla base della creazione dell'energia e della forza c'è il principio della polarità. I mattoni sono tutti simili, ma vengono disposti in modo opposto. Dio, il divino architetto della vita, è molto intelligente. Egli sa che la vita cesserebbe all'istante, si dissolverebbe immediatamente, se i mattoni non fossero disposti l'uno contro l'altro. Per questo ha opposto la rabbia al perdono, il sesso al brahmacharya e, a causa della resistenza presente in essi, si crea un'energia. E quell'energia è vita.
Egli ha posto i mattoni della vita e della morte insieme, l'uno di fronte all'altro, e in questo modo sono diventati entrambi un accesso alla vita.
Ci sono persone che dicono: "Accetteremo solo il mattone della vita, non quello della morte". Bene. Fate come vi pare.
Ma se non accettate la morte, morirete in quello stesso istante, perché tutti i mattoni che resteranno saranno dello stesso tipo.
Rimarrano solo i mattoni della vita, che crolleranno immediatamente.
 Osho dice che vita e morte non sono due realtà opposte, contraddittorie, al contrario. Anche il caldo e il freddo sono solo gradi diversi della stessa cosa, non sono contradittori. La divisione tra loro è quantitativa, non qualitativa.Vi ho riportato il pensiero di Osho per farvi notare l'impressionante somiglianza tra il suo pensiero e quello di Reich pur essendo persone estremamente diverse tra loro.   

 

 

 La formula tensione-carica  

 

Reich scopre la formula T.C.(Tensione-Carica) partendo dalle scoperte freudiane sulla sessualità.Ma la Psicoanalisi arretra sempre più dalle sue posizioni sulla sessualità e sulla patologia, a causa delle pressioni sociali e della situazione sessuale dei suoi stessi psicoanalisti.

Reich, al contrario, persevererà nello studio della sessualità mantenendo una rigorosa distinzione fra manifestazioni sessuali naturali e quelle patologiche, quindi mantenendo la distinzione tra pulsioni primarie e pulsioni secondarie, cioè prodotte dalla cultura sociale. Ciò causerà a Reich parecchie persecuzioni in diversi Paesi.

Nella sua pratica clinica Reich scopre che l'energia sessuale, l'ira e la paura possono essere legate in continue tensioni muscolari. A tali tensioni Reich dà il nome di blocchi energetici.

Reich osserva che ogni qualvolta eliminava un blocco energetico, un freno, una tensione muscolare cronica, esplodeva sempre una delle tre eccitazioni biologiche fondamentali: angoscia,odio o eccitazione sessuale.

Inoltre tolti i freni corporei sparivano spontaneamente anche freni caratteriali, le armature si rivelarono funzionalmente identiche alla ipertonia muscolare, ossia, a quella che Reich chiamerà armatura muscolare. Reich introduce così ex-novo il concetto di Identità muscolare fra psiche e soma.

Sul piano pratico quindi il terapeuta può intervenire sia sulla corazza muscolare che su quella caratteriale. Questo spiega l'utilità della terapia corporea da cui nasce la Vegetoterapia.

 

Vediamo ora come Reich arriva alla formula t.c. o formula della vita.

Abbiamo visto come l'allentamento del blocco procuri forti sensazioni somatiche. Tali sensazioni non sono conseguenze, cause o fenomeni concomitanti dell'allentamento del blocco, dice Reich, ma semplicemente quegli stessi processi psichici nell'ambito somatico, ossia, sono identici funzionalmente.

Reich riassume nel concetto di correnti vegetative l'insieme di tali manifestazioni somatiche, e si domanda se esse siano caratterizzate dal movimento dei liquidi o vi sia qualcosa di più.

Egli sapeva dall'esperienza clinica, che organi genitali possono inturgidirsi senza la minima traccia di eccitazione sessuale. Quindi l'eccitazione non può essere identificata col solo movimento del sangue, ma vi deve essere qualcosa di più che a volte manca.

Altresì esistono casi d'angoscia senza pallore del volto o dell'epidermide e questo è un altro esempio di qualcosa in più, oppure, dopo un buon pasto, quando il sangue si concentra negli organi digestivi, dovrebbe per forza esservi angoscia.

Al movimento del sangue e del plasma si aggiunge quindi, un qualcosa che, secondo la sua funzione biologica, provoca angoscia, ira o piacere.

Il movimento del sangue è solo il mezzo veicolare per questo qualcosa veicolato da tutti i liquidi corporei e soprattutto da sangue e plasma.

Il qualcosa veicolato dal plasma non è altro, dice Reich, che la bioelettricità

Torniamo all'orgasmo.

La tensione o eccitamento aumenta con lo sfregamento. Esso raggiunge l'acme nell'orgasmo, stato in cui avvengono contrazioni involontarie della muscolatura dei genitali e di tutto il corpo.

Quindi, lo sfregamento accumula energia, che poi si scarica nell'orgasmo, che è una scarica bioelettrica.

Più dettagliatamente il processo dell'orgasmo, che riguarda tutti gli esseri viventi, si compone di un ciclo di quattro tempi:
  • gli organi genitali si riempiono di liquidi.
    Erezione con tensione meccanica.
  • ciò comporta (la tensione) una forte eccitazione.
    Carica bioelettrica.
  • le contrazioni muscolari involontarie scaricano la carica eccitatoria sessuale.
    Scarica bioelettrica.
  • segue una distensione nei genitali tramite il defluire dei liquidi.
    Distensione meccanica.
Quindi la formula dell'orgasmo o formula t.c. è:
  1. Tensione meccanica
  2. Carica elettrica
  3. Scarica elettrica
  4. Distensione meccanica
Essa appartiene a tutti gli esseri viventi ed è facilmente visibile in molti nostri organi: cuore, polmoni, intestini, vescica ecc., oltre che nell'organismo nel suo insieme. Ma troviamo la formula t.c. facilmente, anche nel movimento dei vermi, serpenti, meduse ecc..La formula t.c. nel nostro organismo intero viene governata soprattutto dalla funzione del S.N.A., ossia, dall'antagonismo del Nervo Vago e del Nervo Simpatico.Infine è importante osservare che la divisione cellulare è un processo orgastico essa stessa. Infatti è governata dalla funzione t.c.Vediamo come avviene la suddivisione cellulare.
La cellula si gonfia, si tende, assorbendo una grande quantità di liquido, fino a che la tensione diviene massima. A questo punto il nucleo comincia a irradiare, cioè a produrre energia, quindi oltre alla tensione meccanica si ha una carica elettrica.
Dall'espansione massima nasce una contrezione che si accentua sempre più fino a provocare la suddivisione della cellula in due.La divisione cellulare quindi, corrisponde ad una soluzione alla tensione, mentre la suddivisione cromosomica rappresenta la scarica elettrica. La suddivisione finale in due cellule è la distensione meccanica.Se ogni cellula segue per la sua procreazione la formula t.c., allora questa è la formula della vita. Quindi la pulsazione o formula t.c., è l'essenza della vita con la sua capacità d'autogenerarsi in continuazione.      

 

 

La scoperta dei bioni

 La scoperta delle correnti vegetative nell'essere vivente, spinse Reich a cercare di analizzarle al microscopio nei protozoi. Un preparato di protozoi gli fu messo a disposizione dall'Istituto Botanico d'Oslo, ma il loro numero era assai carente.Allora Reich si informò sulla tecnica di preparazione di questi organismi. Fu sorpreso di sapere che per prepararli era sufficiente acqua e fieno. Apprese altresì, che si trovavano facilmente amebe nelle foglie macerate di acqua stagnante. Alla domanda di come poi avveniva ciò gli rispodero: "Ovunque esistono germi di vita" .Ossia si faceva riferimento alla famosa Teoria Germinale che verrà poi contestata da Reich (il cosiddetto germe atmosferico che la scienza ufficiale dava per scontato, ma che nessuno aveva mai visto).Allora Reich, su consiglio di un suo assistente, cominciò a allestire da solo i preparati partendo, come consigliatogli, da infusioni di acqua e fieno, per esaminarle ed usarle dopo una quindicina di giorni. Reich si avventura, come dice egli stesso, nella biologia, ma rifiuta di studiare i testi allora disponibili per poter fare le sue osservazioni senza pregiudizio alcuno.Ricapitolando quindi:
Reich cercava di studiare le correnti vegetative nei protozoi. Ecco le sue osservazioni principali. Riportiamo qui alcune osservazioni e conclusioni a cui è giunto Reich senza entrare nel dettaglio degli esperimenti.
  • I fili d'erba gonfiati per macerazione si disintegrano a formare delle vescicole.
  • Le vescicole si staccano e galleggiano nel liquido.
  • Il liquido si riempie di agglomerati vescicolari immobili.
  • Si forma a questo punto un solo oggetto strutturato in vescicole e con un margine sempre più netto e con forma e tumescenza precise.
  • A questo punto le vescicole interne erano assolutamente immobili, ma tutto aveva preso forma.
  • Ora avvenne un'osservazione particolare. Reich aggiunse un pò d'acqua e comparve un'ameba che nuotò fino al bordo del liquido, si asciugò (col tempo), e assunse una forma sferica, simile alla struttura immobile prima descritta.
Allora, dice Reich, "fui costretto ad accettare l'ipotesi sorprendente che l'ameba avesse un rapporto molto stretto con la struttura vescicolare dei vegetali disintegrati". Reich, con esperimenti durati circa due anni, dal 1937 al 1939 riuscirà a dimostrare:
  • che da erba macerata nascono amebe
  • che da cristalli di terra bagnati nascono amebe
Cioè Reich dimostrò che sia da materiale organico (fibre vegetali gonfiate) che da materiali inorganici (cristalli di terra bagnati) si ricavano strutture vescicolari motili del tipo delle amebe.Poi Reich cominciò a variare e complicare i suoi esperimenti aggiungendo potassio, gelatina e sostanze nutritive varie per tentare di farne delle colture. Sterilizzò tramite bollitura in autoclave i preparati per confutare le critiche relative alle infiltrazioni di germi di natura organica.Fu così che con grande meraviglia scoprì che i preparati bolliti presentavano addirittura una attività vitale più rapida e vivace rispetto ai preparati non sterilizzati. I preparati sterilizzati e sigillati, infatti, presentavano molta più vitalità dei preparati non bolliti, non sterilizzati, e lasciati aperti per giorni. Bisogna inoltre dire, che Reich, contrariamente ai ricercatori tradizionali, trascorse molte ore al giorno, per moltissimi giorni, ad esaminare i preparati. Quindi apprese pian, piano a vedere ciò che ha visto.Si trattava dei bioni, cioè forme di vita ancora incomplete. I bioni sono forme transitorie verso la vita come la conosciamo, composte da quattro forme fondamentali e rispondono alla formula t.c..Dopo queste osservazioni ed esperimenti, Reich si pose il problema di vedere se i bioni fossero colturabili, ossia, se possedevano la funzione di riprodursi e procreare garantendo così la prosecuzione della vita. Egli riuscì ad ottenere delle colture di bioni e il tutto fu sottoposto al controllo del Professor Roger Du Teil del Centro Universitario Mediterraneo di Nizza che effettuò i controlli con gli stessi risultati di Reich.Reich quindi potè affermare scientificamente che i bioni sono stadi preliminari di vita, forme di transizione dallo stato inorganico a quello organico, motile e colturabile. Le critiche che furono rivolte agli esperimenti e alle conclusioni di Reich erano principalmente due.
  • La prima, come abbiamo visto, era quella della germinazione spontanea dovuta a infiltrazioni dei cosiddetti germi atmosferici.
  • La seconda era che il movimento delle vescicole osservato da Reich all'interno dei suoi preparati era dovuto al moto browniano.
    Per chiarire meglio, il moto browniano è stato scoperto dal botanico inglese Robert Brown, il quale osservò che le spore di alcune piante acquatiche non stanno mai ferme, ma risultano in moto continuo come se fossero continuamente urtate da qualcosa.

Per eliminare queste obiezioni alle sue ricerche, Reich effettuerà ulteriori esperimenti con carbone e fuliggine resi incandescenti (per rendere impossibile ogni germinazione spontanea) e spiegherà la differenza tra il moto browniano e il movimento dei suoi preparati ricorrendo anche a preparati di controllo con l'inchiostro di china. Quindi i suoi preparati sono motili perché vivi, e non hanno nulla ha che fare con la germinazione spontanea.

   

La biopatia del cancro

 Dopo gli esperimenti di cui abbiamo parlato in precedenza, Reich dovette trasferirsi in America, ove riprese il suo lavoro. Scoprì, poi, che le colture bioniche che aveva ottenuto, non erano uno sviluppo verso la vita, ma forme biologiche di decomposizione. Più precisamente egli scopre che i protozoi sono uno sviluppo verso la vita, mentre gli staffilococchi, streptococchi, bacilli T, batteri putrefattivi, sono disgregazioni della vita.Reich, dopo queste scoperte, definì così il bione:
  • Il bione è un'unità funzionale elementare di tutta la materia vivente. È un'unità energetica elementare composta da una membrana, da un contenuto liquido in cui è racchiuso un quanto orgonotico.
Reich suddivide ulteriormente i microorganismi in quattro forme elementari:
  • Bioni azzurri (da lui scoperti)
  • Stafilococchi e streptococchi
  • Bacilli
  • Bacilli T (da lui scoperti)

I BIONI AZZURRI

Sia i bioni PA che i Bacilli T erano e sono sconosciuti alla scienza ufficiale di allora e di oggi. I bioni azzurri hanno la forma di vescichette pulsanti, luminescenti, di un forte colore scintillante azzurrino. Hanno chiarissimi movimenti d'espansione e contrazione. Hanno movimenti di spostamento e moti interni del contenuto vescicolare.Al microscopio si notano differenze di dislocamento del colore azzurro, dell'intensità luminosa, della sinuosità e dei restringimenti. I bioni, quindi, pulsano ad un ritmo regolare. Essi reagiscono alla colorazione azzurro - gram e quindi sono ricettivi alla colorazione biologica. Hanno, perciò, caratteristiche biologiche, al contrario degli elementi costitutivi da cui derivano, che non presentano la colorazione caratteristica gram.Abbiamo già visto, poi, le critiche di Reich al discorso del moto browniano. Reich dimostra che i bioni si muovono molto diversamente e hanno ben quattro tipi di movimenti caratteristici diversi dal moto browniano. Tali movimenti sono:
  • Lo stato di quiete (non c'è nel moto browniano)
  • I movimenti locali
  • I movimenti di spostamento spaziali
  • I movimenti delle vescichette all'interno della membrana come l'ameba e il protozoo
Questi sono i bioni PA scoperti da Reich.

I BACILLI T

I Bacilli T, lunghi circa 0,2 - 0,5 micron, sono il risultato dei processi degenerativi dei tessuti biologici. Bacilli T sta per BACILLI - TODES, ossia della morte.Reich dice, prendiamo due campioni di sangue umano e li distruggiamo sterilizzandoli a 120 gradi,poi alimentiamo i due campioni di sangue con del brodo. Il primo campione deve appartenere ad un essere umano il più possibile sano ed energetico, il secondo ad un canceroso terminale.All'esame microscopico dei due campioni avremo due risultati fortemente diversi:
  • Uno composto quasi esclusivamente da bioni PA azzurri, scintillanti
  • L'altro composto quasi esclusivamente da bacilli T
I cancerosi gravi presentano infatti la tipica reazione T del sangue. I bacilli T producono una reazione gram-rossa alla colorazione per preparati biologici. Reich verificò poi importanti reazioni fra bioni PA e bacilli T. Se si mettono vicini bioni PA e bacilli T, quest'ultimi sembrano diventare "inquieti", girano a vortice su se stessi, poi restano fissi in loco con tremori, per poi immobilizzarsi.Col tempo i bacilli T si accumulano sempre più intorno ai bioni PA, si agglutinano e muoiono. I bioni PA sono quindi in grado di uccidere e immobilizzare i bacilli T. Lo stesso accade con i bacilli subtili o protei che sono simili ai T, ma molto più lunghi.Dopo tali scoperte Reich passò alla sperimentazione sui topi e vide che inoculando loro i bacilli T essi sviluppavano il cancro, mentre inoculando loro i bioni PA non si verificavano eventi cancerosi. Più si trattavano i topi con bacilli T e più le invasioni cancerose erano distruttive ed estese.I bioni PA sono unità organiche completamente sviluppate a carica elevata. I bacilli T sono prodotti della degenerazione e compaiono quando tessuti, cellule o batteri cominciano a perdere la loro carica orgonica. I bacilli T contengono solo pochissima carica orgonica. Poiché il sistema a carica forte attira quello a carica debole e lo priva della sua carica, si spiega il fenomeno di paralisi e morte dei bacilli T vicino ai bioni PA.Alla luce di queste scoperte, Reich sviluppò il test del sangue T per la diagnosi del cancro. Il sangue del canceroso contiene numerosissimi bacilli T, quasi assenti invece nel sangue della persona sana. I globuli rossi del sangue sono minuscoli sistemi orgonotici che entro la membrana contengono un quantum d'energia orgonica. Sono i portatori dell'orgone atmosferico dai polmoni ai tessuti. Esiste, quindi, un rapporto fondamentale tra ossigeno e orgone mai studiato dalla scienza. La carica orgonica dei globuli rossi si manifesta anche nella forma e nella struttura.A 4500 ingrandimenti i globuli rossi del sangue di un paziente sano presentano un bordo orgonotico ampio e di un azzurro intenso, i globuli rossi di un paziente canceroso hanno invece un bordo orgonotico stretto e di un azzurro sbiadito, e la membrana è spesso atrofica.Sembra, dice Reich, che il sangue combatta una lunga battaglia con le oncocellule e contro i bacilli T tentando di distruggerli con un continuo apporto di bioni PA. È naturale che il sistema a bassa energia, che non si ricarichi più bene, alla fine soccomba.Reich scoprì che i bioni PA hanno quattro particolari proprietà, cioè:
  • Attrazione
  • Penetrazione
  • Irradiazione
  • Pulsazione
L'attrazione è la proprietà di attirarsi tra loro, ed il sistema più forte sottrae orgone al più debole.Per quanto riguarda la penetrazione, accostando diversi bioni di terra, di sangue, di ferro ecc, si può osservare che alcuni perdono una parte di radiazione, ma altri, invece, si fondono. La sessualità e la riproduzione dei sistemi superiori sono entrambe fusioni di due sistemi orgonotici. Nella sessualità c'è penetrazione con scambio energetico, mentre nella riproduzione c'è fusione materiale. La fusione è preceduta da una forte radiazione orgonotica. L'eccitazione sessuale è una forma di radiazione orgonotica dei sistemi superiori.Per quanto riguarda l'irradiazione, i sistemi orgonotici, anche quelli piccolissimi, emettono radiazioni. Reich lo scoprì con i bioni SAPA attraverso le reazioni del suo organismo. Tra due sistemi vicini e in attrazione si costruisce un ponte di radiazioni. Questo ponte è luminosissimo e vibra energeticamente. Inoltre pulsa divenendo ora più stretto, ora più largo alternativamente. Infatti ogni sistema energetico, dal più piccolo al più grande, pulsa seguendo il suo ritmo vitale.

  L'orgone atmosferico   

 

Iniziamo a parlare dell'effetto visivo che si verifica quando si guarda il cielo sgombro di nuvole, quello, cioè, in cui si vedono puntini che si muovono più o meno velocemente a seconda del bello o cattivo tempo.La scienza ufficiale bolla il fenomeno come effetto ottico soggettivo. Reich invece dimostra con diversi esperimenti che il fenomeno è una manifestazione visiva dell'orgone atmosferico e del suo movimento pulsante.Reich anticipa inoltre una problematica molto importante oggi, che riguarda gli esperimenti scientifici: la scienza afferma l'oggettività degli esperimenti affermando che essi devono svolgersi in modo assolutamente oggettivo e ripetibile per essere validi. Ma la scienza ufficiale sembra dimenticare che lo sviluppo dell'esperimento viene letto ed interpretato, in ultima analisi, sempre dagli uomini. Quindi l'uomo può sempre distorcere quello che vede a causa della sua corazza.Reich, in merito, afferma i seguenti principi:
  • Ogni organismo è un'unità funzionale
  • Ogni organismo vivente è parte della natura che lo circonda e s'identifica invariabilmente con essa
  • Ogni percezione si fonda sulla conoscenza, su una sintonia organica
  • Ogni autopercezione è espressione diretta di processi organismici oggettivi
In conclusione, l'Io che osserva e percepisce (soggetto), e l'oggetto che viene percepito e osservato formano un'unità funzionale. La ricerca meccanicistica scinde quest'unità in una dualità.Sulla base di queste premesse, torniamo ora alle impressioni soggettive dei "puntini" che si vedono nell'atmosfera. Dobbiamo decidere se, oggettivamente, tali impressioni corrispondono o no a processi reali.Reich fa moltissime osservazioni, di notte e di giorno. Poi costruisce l'orgonoscopio che è un piccolo strumento di misura a forma di tubo i cui dettagli rimandiamo per ora a un prossimo articolo. Ciò che ora ci interessa è che con esso dimostra che ciò che si vede non è un'illusione soggettiva ma è reale. Infatti usando una lente si vede che i minuscoli punti luminosi si ingrandiscono e le illusioni ottiche soggettive non si possono ingrandire. I puntini, inoltre, variano secondo le condizioni meteorologiche e Reich scopre che tali fenomeni sono presenti ovunque in natura.

Infine Reich dimostra, con ulteriori esperimenti, che in un campo ben definito (stanza - gabbia di Faraday), esiste un'orgono-radiazione presente in ogni dove.

 

   L'accumulatore orgonico

 L'accumulatore orgonico è un apparecchio ideato per catturare e immagazzinare l'energia orgonica presente nell'atmosfera. Dal momento che l'energia orgonica è presente ovunque, sia pure con diverse intensità, l'accumulatore può essere usato praticamente in ogni luogo.L'ORAC è formato da strati sovrapposti, da 1 a 20, generalmente circa 5, meglio se dispari, di materiale organico (legno o lana di vetro per es.) e metallo (spesso si usa la lastra zincata). Lo strato esterno organico trattiene l'orgone, mentre il metallo, prima lo attrae, poi lo respinge.L'efficenza dell'accumulatore dipende da vari fattori:
  • Dal metallo che viene usato. Il migliore è l'acciaio e il peggiore l'alluminio, una via di mezzo la lastra zincata.
  • Dall'isolante che viene usato. I materiali plastici funzionano meglio, una via di mezzo è il legno.
  • Dall'umidità atmosferica. Una condizione ottimale é un'umidità relativa del 40-50% ad una temperatura ambiente di 18-20 °C
  • Dalla latitudine geografica, migliorando le caratteristiche verso l'equatore e peggiorando verso i poli
  • Dall'altezza sul livello del mare, con condizioni più favorevoli per le quote più alte
  • Dalle condizioni metereologiche, migliorando l'efficenza col bel tempo
  • Dall'ora del giorno, con rendimenti migliori nelle ore più calde
Informazioni tratte dal forum del sito http://www.pub80.ezboard.com (club dei bioenergetici)L'alternanza dei due strati crea un treno di onde verso l'interno del contenitore in cui si accumula l'orgone atmosferico. All'interno dell'ORAC l'energia orgonica diventa da 2, 3 volte a 6, 7 volte maggiore rispetto all'atmosfera.Inserendo nell'ORAC un organismo biologico, per la nota legge orgonica scoperta da Reich, l'organismo più forte o più carico, assorbe l'energia di quello meno carico e, quindi, l'organismo rinforza la sua carica orgonica. Le sedute terapeutiche durano al massimo 30, 45 minuti, altrimenti causano disturbi fisici da sovraccarico come vertigini, vomito, nausea ecc. La temperatura del corpo tende ad aumentare, ma dopo torna subito normale ed anzi, se si è febbricitanti la temperatura successiva si rivela più bassa che all'inizio. L'accumulatore stimola il flusso d'energia distribuendola in tutto l'organismo e rinforzando il sistema immunitario. (Tratto da una lezione di Antonio Mazzetti)

 

Consigli per operare correttamente con l'Accumulatore Orgonico
  • Innanzitutto si tenga presente che ogni accumulatore è una macchina che necessita qualche tempo per giungere a regime. Detto tempo può andare (in dipendenza anche dalle condizioni climatiche e dell'ambiente) da pochi giorni per accumulatori piccoli a pochi strati, fino a qualche settimana per accumulatori a molti strati
  • L'efficenza di un accumulatore dipende dal suo orientamento rispetto al campo magnetico locale. La migliore condizione si ottiene orientando l'accumulatore in tal maniera che il campo magnetico locale sia perpendicolare ad una faccia dell'accumulatore stesso. Nel caso di accumulatori a pianta non quadrata, disporre il lato più lungo parallelo all'asse nord-sud. Se l'operazione di orientamento è eseguita con l'ausilio di una bussola, si proceda prima a tracciare l'asse magnetico e poi a piazzare l'accumulatore.
  • Non disporre l'accumulatore in prossimità di:
    • linee elettriche ad alta tensione
    • lampade florescenti (al neon) funzionanti
    • televisori accesi
    • fonti di calore
    • sorgenti di raggi x anche se schermate
  • Si tenga presente infine che vari accumulatori si influenzano fra di loro quanto più sono prossimi l'uno all'altro: l'area di influenza è di circa un paio di metri attorno all'accumulatore (per un accumulatore a pochi strati). Anche grossi oggetti (specialmente metallici) influenzano il comportamento di un accumulatore, per cui è consigliabile piazzarlo almeno ad un metro e mezzo da murature in cemento armato, grossi elettrodomestici, etc.
Questi consigli sono tratti dalle ricerche del fisico Attilio Arrigucci e dall'elettrotecnico Silvano Ceccarelli del CNR di Firenze.  

 

 

  Le biopatie   

 

 

Vediamo innanzitutto la definizione di biopatie data da Reich.
Per biopatie intendiamo tutti i processi morbosi che hanno luogo nell'apparato vitale autonomo.
La caratteristica che accomuna tutte le malattie biopatiche è una perturbazione della funzione pulsatile naturale dell'organismo vivente globalmente inteso. Quindi qualunque sia il decorso del quadro clinico secondario, la biopatia inizia sempre con un disturbo della pulsazione dell'organismoAnche nell'ingorgo sessuale, nel blocco sessuale, troviamo una chiara perturbazione della pulsazione vitale. La funzione della sessualità dimostra di essere la funzione vitale produttiva per eccellenza.Un disturbo grave e cronico della funzione sessuale deve quindi necessariamente coincidere con la biopatia. L'ingorgo dell'eccitazione biosessuale può manifestarsi principalmente in due modi:
  • Come turba emozionale dell'apparato psichico, quindi come nevrosi o psicosi
  • Può influire direttamente sul funzionamento degli organi con manifestazioni come malattie organiche
Il meccanismo centrale delle biopatie è, quindi, un disturbo nella rimozione dell'eccitazione biosessuale.Ricordiamo che tutto l'organismo pulsa, ma anche che ogni singolo organo ha la sua specifica pulsazione in armonia con la principale, ossia quella del cuore.
I polmoni e l'intestino pur armonizzandosi col cuore hanno ritmi loro propri con la respirazione e la peristalsi intestinale. Altri organi infine hanno una pulsazione più legata alla tensione meccanica diretta, come la vescica urinaria il cui riempimento determina la contrazione di svuotamento.
Ricordiamo infine che nel vero orgasmo naturale, lo spasmo investe nelle sue contrazioni - espansioni, l'intero organismo in ogni sua parte.
Reich insiste, altresì, su una concezione diversa, rispetto alla scienza ufficiale, della funzione dei nervi. Per Reich i nervi non trasmettono soltanto l'impulso, ma si contraggono e si espandono insieme a tutto il movimento dell'organismo. I nervi si muovono "a serpente con una lenta ondulazione e, talvolta, a sussulto". Il movimento dei nervi precede di una frazione di secondo il movimento dell'intero organismo.
Reich lo dimostra osservando al microscopio piccoli vermi trasparenti della farina. Il movimento del sistema nervoso dei vermi è chiarissimo e precede ogni movimento reale. Il movimento e la contrazione dell'intero sistema nervoso autonomo cessa completamente con la morte.È stata recentemente studiata la cosidetta "respirazione della colonna vertebrale" che consiste in una contrazione e un'espansione ritmica del cervello che si trasmette a tutta la colonna vertebrale nel midollo spinale fino al terminale caudale. Pensate che tale respirazione del sistema nervoso sembrerebbe cessare solo alcuni giorni dopo la morte dell'organismo.Ora torniamo a parlare della biopatia cancerosa e delle biopatie in genere.L'atrofia biopatica dell'organismo comincia con il prevalere clonico della contrazione e con il rallentamento dell'espansione del sistema nervoso autonomo. Tale atrofia si manifesta poi con sintomi differenti a seconda dell'apparato più colpito dall'atrofia.Quindi a seconda degli organi e dei sistemi funzionali colpiti dall'atrofia della pulsazione avremo:
  • Ipertensione del sistema vascolare e cardiopatie, con accelerazione cronica del polso. E' allora interessato il sistema cardiovascolare.
  • La contrazione cronica del sangue si manifesta con l'atrofia dei globuli rossi e generazione di bacilli T con conseguente poliocitosi e anemia.
  • Nella sfera emozionale avremo blocchi e corazzamento caratteriale.
  • Nell'intestino con costipazione spastica potremo avere stipsi, diarree croniche e rallentamento della peristalsi.
  • Nella pelle avremo quasi sempre pallore.
  • Nella sfera sessuale avremo impotenza orgastica, che è diversa dalla mancanza di erezione che invece si chiama impotenza coeundi.
La biopatia cancerosa è una conseguenza della lunga e cronica contrazione dell'apparato vitale autonomo. Il cancro appare alla fine del processo, quando l'organismo non è più in grado di ripristinare la più piccola pulsazione organismica.Sia a livello psichico che a livello biologico si presenta una rassegnazione profonda e ineluttabile che distrugge qualsiasi tentativo e possibilità di ristrutturare la pulsazione dell'organismo.Reich dice che in ogni situazione cancerosa è presente una fortissima
  • Rassegnazione di fondo
  • Un'indescrivibile fame sessuale, intesa come desiderio di scarica naturale delle tensioni e appagamento per la vita
Un'accentuatissima paura di cadere derivante proprio dall'eccessivo e cronico raggrinzimento dell'organismo vivente  

 

Libri su W.Reich

 in italiano  a cura di Alberto Gambardella

INTRODUZIONE

 La presente bibliografia segnala gli scritti, apparsi in lingua italiana, sulla vita, sull'opera e sul metodo terapeutico di Wilhelm Reich.
Per motivi di tempo abbiamo omesso le pubblicazioni periodiche, che ci promettiamo di segnalare in un successivo momento.

Dato l'enorme e complesso fiorire delle psicoterapie corporee e delle tecniche corporee (massaggio, danzaterapia, etc), che fanno direttamente o indirettamente riferimento all'opera di W. Reich, abbiamo circoscritto la nostra ricerca alle pubblicazioni che fanno esplicito riferimento a W. Reich.

La bibliografia proposta non pretende di essere esaustiva e dunque invitiamo i lettori a farci pervenire, attraverso e-mail, eventuali segnalazioni di libri a noi sfuggiti. Per questo li ringraziamo fin da ora.
Per reperire i testi presenti nella bibliografia, molti dei quali risultano esauriti e dunque commercialmente non più disponibili, si può consultare il catalogo generale delle biblioteche italiane all'indirizzo www.sbn.it dove viene anche segnalato in quali biblioteche il testo ricercato è accessibile alla consultazione.

BIBLIOGRAFIA

 

 

A

ADAMI, LUCREZIA - POMPEI, MARINA  Analisi lirica. Personaggi del melodramma dall'analista. Roma: Anicia, 1994.

ALBINI, CARLO  Creazione e castigo. La grande congiura contro Reich. Roma: Tre editori, 1997.

ANCELIN - SCHUETZENBERGER, ANNE - SAURET, MARIE JEAN  Il corpo e il gruppo. Roma: Astrolabio, 1978.

Atti del I Convegno del movimento reichiano. Napoli, I marzo 1970. Bologna: Andromeda, 1998.

ATWOOD, GEORGE E. - STOLOROW, ROBERT D.  Volti nelle nuvole. Intersoggettività nella teoria della personalità. Roma: Borla, 2001.

B

BAKER, COURTNEY  L'elettroscopio. Bologna: Andromeda, 2002.

BAKER, ELSWORTH F.  L'uomo nella trappola. Roma: Astrolabio, 1973.

BINOSI, REMO - PADRINI, FRANCESCO  Dal corpo alla mente. Storia, teoria ed esperienze delle psicoterapie centrate sul corpo. Roma: Savelli, 1979.

BIZZI, B. - SCOGNAMIGLIO, R.  Scritti di orgonomia medico-biologica. 2. Bologna: Andromeda, 2003.

BOADELLA, DAVID  Freud e Reich. Milano: Centro di Documentazione "W.Reich", 1986.BOADELLA, DAVID  Freud, precursore dell'orgonomia. Bologna: Andromeda, 1998.

BOADELLA, DAVID  L'atmosfera e l'organismo. Bologna: Andromeda, 1996.

BOADELLA, DAVID - LISS, JEROME  La psicoterapia del corpo. Le nuove frontiere tra corpo e mente. Roma: Astrolabio, 1986.

C

CATTIER, MICHEL  La vita e l'opera di Wilhelm Reich. Milano: Feltrinelli, 1970.

CENTRO SPERIMENTALE DI PSICOTERAPIA REICHIANA.  Note del Centro sperimentale di psicoterapia reichiana. Messina: La grafica editoriale, 1988.

CIRCO, CLAUDIA  Energia e trasgressione in Wilhelm Reich. Tesi di laurea. Catania: Università degli studi facoltà di scienze politiche, 2001.

CLOUSCARD, MICHEL  I tartufi della rivoluzione. Neofascismo e ideologia del desiderio. Roma: Editori riuniti, 1975.

CRAIA, VITTORIO  Diario psicosomatico. Analisi dei rapporti tra bioenergia struttura caratteriale eventi e malattia. Dati per la fondazione di una medicina energetica psicosomatica. Milano: Riza, 1986.

CRAIA, VITTORIO  Il blocco oculare energetico. Genesi, dinamica patologica, terapia. Un approccio energetico integrato. Palermo: Ipsa, 1991.

CRAIA, VITTORIO  Le nevrosi caratteriali universali. Paranoia quotidiana e aspetti caratteriali psicopatologici dell'uomo. Roma: Armando, 1999.

CRAIA, VITTORIO  Proiezione e peste psichica. Una analisi reichiana fra blocchi caratteriali e disfunzioni sociali. Verona: Bertani, 1982.

CRAIA, VITTORIO  Quale società. Verso una socioterapia dell'umanità. Torino: Tennerello, 1978.

CRAIA, VITTORIO - MATTEI, ELISABETTA  Il corpo e la vergogna. Genesi, dinamiche della vergogna e blocchi psicocorporei in una prospettiva reichiana. Roma: Magi, 2001.

D

DADOUN, ROGER nbsp;Cento fiori per Wilhelm Reich. Venezia: Marsilio, 1976.

DEL GRECO, GIUSEPPE  La dimensione sociale nell'evoluzione delle teorie psicoanalitiche, in riferimento a Wilhelm Reich ed Erich Fromm. Tesi di laurea. Pisa: Università degli studi facoltà di medicina e chirurgia, 1978.

DE MARCHI, LUIGI  Repressione sessuale e oppressione sociale. Milano: Sugar, 1965.

DE MARCHI, LUIGI  Sessualità e politica in Reich e Marcuse. Bologna: Andromeda, 1998.

DE MARCHI, LUIGI  Wilhelm Reich. Bologna: Andromeda, 1998.DE MARCHI, LUIGI  Wilhelm Reich. Biografia di un'idea. Milano: Sugar, 1970.

DE MARCHI, LUIGI  Wilhelm Reich e la "funzione dell'orgasmo". Architettura e repressione. Bologna: Andromeda, 1998.

DE MARCHI, LUIGI  Vita e opere di Wilhelm Reich. Milano: Sugarco, 1981 (2 volumi).

DE MARCHI, LUIGI  Lo strano caso di Wilhelm Reich / La peste totalitaria. Bologna: Andromeda, 1998.

DE MEO, JAMES  Risposta all'attacco di Martin Gardner a Reich ed alla ricerca orgonica sullo Skeptical Inquirer (Indagatore scettico). Bologna: Andromeda, 2000.

F

FARRINGTON, B.  La società gonfia di lusso. Bologna: Andromeda, 1998

FERRI, GENOVINO - CIMINI, GIUSEPPE  Psicopatologia e carattere. Una lettura reichiana. Roma: Anicia, 1992.

G

GARDNER, MARTIN  Nel nome della scienza. Ron Hubbard e Wilhelm Reich. Camere orgoniche e teorie sessuali eccentriche, omeopatia. Lysenko e il caso delle pietre elettrificate. Un secolo di credulità scientifiche. Ancona: Transeuropea, 1998.

GENTE, HANS PETER (a cura di)  Sexpol. Marxismo, psicoanalisi e rivoluzione sessuale. Bologna: Guaraldi, 1971.

GLIEMI, NICOLA  La peste istituzionale. Mafia, sequestri di persona, sexgate. Messina: A. Siciliano, 1998.

GLIEMI, NICOLA  La peste psichica. Napoli: Sintesi, 1988.

GRUNBERGER, BELA - CHASSEGUET SMIRGEL, JANINE  Freud o Reich? Napoli: Liguori, 1979.

GUERIN, DANIEL  Saggio sulla rivoluzione sessuale. Torino: Dellavalle, 1970.

GUIDI, FABRIZIO - SACCO, GIUSEPPE - SPERINI, MASSIMO - VECCHIETTI, ARMANDO (a cura di)  Wilhelm Reich: bibliografia ragionata. 2.ed. ampliata. Bologna: Andromeda, 2001.

H

HOD, H.  Vegetoterapia. Bologna: Andromeda, 1999.

HOPE, W.  Scritti di orgonomia medico - biologica.1 Bologna: Andromeda, 2003.

I

IZZO, ANIELLO  Parallelo tra Freud e Reich. Bologna: Andromeda, 1998.

K

KONITZER, MARTIN  Wilhelm Reich. In app.: Reich, Marx e Freud di Helmut Dahmer e carteggio Reich-Trotsky (1933-35). Roma: Erre emme, 1992.

L

LAPASSADE, GEORGES  La bioenergetica. Milano: Celuc, 1979.

LE BRETON, PETER  W. Reich e la libertà nell'educazione. Bologna: Andromeda, 1999.

LOPEZ, DAVIDE  Analisi del carattere ed emancipazione. Marx, Freud, Reich. 2 ed. aggiornata. Milano: Jaca Book, 1972.

LOWEN, ALEXANDER  Amore e orgasmo. Milano: Feltrinelli, 1977.

LOWEN, ALEXANDER  Amore, sesso e cuore. Roma: Astrolabio, 1989.

LOWEN, ALEXANDER  Arrendersi al corpo. Il processo dell'analisi bioenergetica. Roma: Astrolabio, 1994.

LOWEN, ALEXANDER  Bioenergetica. Milano: Feltrinelli, 1983.

LOWEN, ALEXANDER  Il linguaggio del corpo. Milano: Feltrinelli, 1978.

LOWEN, ALEXANDER  Il narcisismo. L'identità rinnegata. Milano: Feltrinelli, 1985.

LOWEN, ALEXANDER  Il piacere. Un approccio creativo alla vita. Roma: Astrolabio, 1984.

LOWEN, ALEXANDER  Il tradimento del corpo. Roma: Mediterranee, 1982.

LOWEN, ALEXANDER  La depressione e il corpo. La base biologica della fede e della realtà. Roma: Astrolabio, 1980.

LOWEN, ALEXANDER  La spiritualità del corpo. L'armonia del corpo e della mente con la bioenergetica. Roma: Astrolabio, 1990.

LOWEN, ALEXANDER  Paura di vivere. Roma: Astrolabio, 1982.

LOWEN, ALEXANDER - LOWEN, LESLIE  Espansione e integrazione del corpo in bioenergetica. Manuale di esercizi pratici. Roma: Astrolabio, 1977.

M

MARCHINO, LUCIANO - MIZRAHIL, MONIQUE  Il corpo non mente. Torino: Frassinelli, 2004.

MARCHINO, LUCIANO (a cura di)  Reich. La psiconalisi, la sessualità, l'energia vitale. Milano: FCE, 1997.

MAUCERI, SEBASTIANO  Amore senza tabù. Saggio filosofico su W. Reich e la sinistra freudiana. Acireale: Bonanno, 1979.

MAZZETTI, ANTONIO - RITA LAURA  Briciole di coscienza. Concetti per un'autentica ricerca di sé. Roma: Edizioni psicologia, 2000.

MITCHELL, JULIET  Psicoanalisi e femminismo. Freud, Reich, Laing e altri punti di vista sulla donna. 2.ed. Torino: Einaudi, 1978.

MONZANI, IVANA  Introduzione alla conoscenza dell'orgonomia di Wilhelm Reich (1980-1981). Bologna: Andromeda, 2004.

N

NAVARRO, FEDERICO  Caratterologia post-reichiana. Palermo: Nuova ipsa, 1991.

NAVARRO, FEDERICO  Metodologia della vegetoterapia carattero-analitica. Sistematica, semeiotica, semeiologia, semantica. Roma: Busen, 1998.

NAVARRO, FEDERICO  La somatopsicodinamica. Uno sguardo nuovo sulla patologia. Pescara: Il discobolo, 1988.

NAVARRO, FEDERICO  Somatopsicodinamica delle biopatie. Interpretazione delle malattie ad etiologia "sconosciuta". Pescara: Il discobolo, 1990.

NAVARRO, FEDERICO  Somatopsicopatologia. Quando il corpo denuncia i guasti dell'anima. Napoli: Ildeson Gnocchi, 2000.

NAVARRO, FEDERICO - ORIGLIA, MIRELLA  Il massaggio dell'anima. La psicoterapia di Wilhelm Reich. Milano: Riza, 1988.

O

OLLENDORF REICH, ILSE  Wilhelm Reich: biografia da vicino. Milano: La salamandra, 1978.

P

PEZ, FRANCO - PEZ, VITTORIO  L'energia orgonica:la straordinaria scoperta di Wilhelm Reich. Diegaro di Cesena (FC): Macro, 2005.

PIERRAKOS, JOHN  Corenergetica. Spigno Saturnia (LT): Crisalide, 1994.

PIZZAMIGLIO, MARIA ROSA  L'antipsichiatria come momento del processo di progressiva centralità del sociale nella psicoterapia. Estratto di tesi dottorale. Roma: Pontificia università gregoriana, 1976.

PUGI, CONSUELO - GAMBARDELLA, MARCO (a cura di)  Federico Navarro. L'energia di una vita. Roma: stampato in proprio, 2002.

R

RAKNES, OLA  Wilhelm Reich e l'orgonomia. Roma: Astrolabio, 1972.

RAVAGLIA, GIANFRANCO  Carattere e conoscenza. Il funzionalismo di W. Reich, la teoria della terapia, il percorso della terapia. Bologna: Conti, 1989.

REICH, ANNIE  Se tuo figlio ti domanda. Roma: Savelli, 1973.

RISPOLI, LUCIANO - Centro studi Wilhelm Reich ( a cura di)  Il corpo e le psicoterapie. Dai convegni e dalle ricerche del Centro studi Wilhelm Reich. Napoli: Idelson, 1985.

RISPOLI, LUCIANO - ANDRIELLO BARBARA  Psicoterapia corporea e analisi del carattere. Torino: Bollati-Boringhieri, 1988.ROBINSON, PAUL A.  La sinistra freudiana: Wilhelm Reich, Gesa Roheim, Herbert Marcuse. Roma: Astrolabio, 1970.

ROVETTA, RENATO  Su Wilhelm Reich il silenzio della sinistra. Bologna: Andromeda, 1998.

RYCROFT, CHARLES  Che cosa ha veramente detto Reich. Roma: Ubaldini, 1972.

S

SEILER, H.  Spazio, tempo, vita e materia. Storia e nuove prospettive della teoria dei vortici eterici. Bologna: Andromeda, 1995.

SEILER, H.  Spirale ed energia vitale. Bologna: Andromeda, 1996.

SOCIETA' italiana di analisi reichiana (a cura di)  La paura. Dal panico al coraggio. Manifestazioni cliniche, dinamiche comportamentali. Roma, 13 febbraio 1999, Sala della Protomoteca in Campidoglio. Roma: Psicologia, 2000.

SOCIETA' italiana di analisi reichiana (a cura di)  Psicopatologia e linguaggio del corpo. Un convegno per il centenario della nascita di Wilhelm Reich. Roma: Psicologia, 1998.

SOCIETA' italiana di analisi reichiana (a cura di)  Separazione: momenti di passaggio. Aspetti clinici, dinamici e comportamentali. Roma: Psicologia, 2000.

SPERINI, MASSIMO - SACCO, GIUSEPPE  Alla ricerca dell'energia vitale. L'orgonomia di Wilhelm Reich. Roma: Melusina, 1990.

T

TOTTON, NICK - EDMONDSON, EM  Terapia reichiana. La bioenergetica dello sviluppo personale e della crescita interiore. Como: Red, 1999.

TRESOLDI, ROBERTO  Terapie vibrazionali. Milano: Tecniche nuove, 2000.

V

VALLE, CHIARA  Psicoanalisi e marxismo nel pensiero di W. Reich. Tesi di laurea. Università di Bologna, Facoltà di scienze politiche , 2001.

VOYER, J.P.  Reich modo d'uso. Napoli ; Viterbo: Edizioni dell'alambicco, [s.d].

Z

ZABINI, ALESSANDRO  Wilhelm Reich e il segreto dei dischi volanti. Roma: Tre editori, 1996.

  

Libri di Reich


(TRADOTTI IN ITALIANO)
  La rivoluzione sessuale, Feltrinelli, Milano 1963

Reich parla di Freud, SugarCo, Milano 1970

Psicologia di massa del fascismo, SugarCo, Milano 1971

L'assassinio di Cristo, SugarCo, Milano 1972

Analisi del carattere, SugarCo, Milano 1973

Etere, Dio e Diavolo, SugarCo, Milano 1974

Superimposizione cosmica, SugarCo, Milano 1975

Scritti giovanili, I e II Vol, SugarCo, Milano 1975

Ascolta piccolo uomo, SugarCo, Milano 1976

La biopatia del cancro, SugarCo, Milano 1976

La funzione dell'orgasmo, SugarCo, Milano 1977

Genitalità, Scritti giovanili III Vol, SugarCo, Milano 1979

Esperimenti bionici sull'origine della vita, SugarCo, Milano 1981

Sessualità e angoscia, SugarCo, Milano 1983

I bambini del futuro, SugarCo, Milano 1987

Passioni di gioventù, SugarCo, Milano 1990

 

 

 

Tratto da www.ass-arcano.it

 

 

GROUNDING INSTITUTE - Centro Studi Bioenergetica e Ipnosi
Fondato dal Dott. Maurizio D'Agostino
tel. cell. 3923800864
www.bioenergetic.it
 
englishitalian

Login Form






Password dimenticata?

Libri Consigliati

bioenergetica-manuale_copy.jpgchiave_per_lo_zen.jpg
CORSO BASE TECNICHE RAPIDE DI INDUZIONE IPNOTICA -

Per psicologi, medici, counsellors, pedagogisti, infermieri ed altri esperti nella relazione d'aiuto e a tutti gli appassionati. Numero massimo 20 persone. Per Info 3923800864.



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA "DISTACCHI" conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

SABATO 3 E DOMENICA 4 GIUGNO 2017 

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

PER INFO: 3923800864 

WWW.JACARANDACENTER.IT 



Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri Percorso di quattro incontri Offerto dal monaco Zen -

Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri

Percorso di quattro incontri
Offerto dal monaco Zen Phap Ban


Cari amici, sono molto felice di tornare in Sicilia e di poter praticare nella natura del nuovo centro di Valverde. 
Qui in Salento abbiamo appena concluso un percorso di quattro mesi.
Abbiamo provato a coltivare una nuova relazione con noi stessi, una relazione di ascolto e di rispetto, di amicizia. Forse il tema che più ci ha ispirato è stato la frase di Thay : "Sentire è già amare". 
Ogni volta mi stupisco dei frutti che regala una pratica continuata. Come sapete non sono né un maestro né una guida ( cadremmo tutti in un fosso ) ma un secchione e mi piace creare momenti di pratica, sento molto prezioso questo nostro stare insieme nell'ascolto, nella presenza.
un abbraccio, a prestissimo
fratello claudio

Il Percorso inizierà sabato 16 e si svilupperà in quattro incontri: ( siate puntuali per favore )

1 Radicamento nel sentire, abitare il corpo, il respiro sabato 16 inizio h 19.00 -21 (Siracusa)

2.Apertura, affidarsi, perdono domenica 17 inizio h 11 -17 (punto di ritrovo Milo ore 9.30) Monti Sartorius - Etna 
3.Amicizia con se stessi mercoledì 20 inizio h 21 -22.30 Valverde

4.Amicizia con gli altri. venerdì 22 inizio h 19.00 -21.00 Valverde

JACARANDA CENTER
VIA RAMONDETTA 21 Valverde (CT)
Per info: 3923800864

Ecco il testo che vi propongo come riferimento durante la nostra pratica:

"Fare Pace con Se Stessi" di Thich N Hanh ed. Ubaldinihttp://www.ilgiardinodeilibri.it/…/__fare-pace-con-se-stess…

Se potete portate con voi penna e taccuino che useremo anche come diario di pratica personale in questa settimana di pratica
Un abbraccio e a presto
fratello phap ban



INTENSIVO DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

"ARRENDERSI AL CORPO"

Sabato 22 aprile 2017 ore 10.00-17.30

 

Jacaanda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde (CT)

Per info chiamare: 3923800864 

www.bioenergetic.it  

www.jacarandacenter.it  



CALENDARIO 2017 - INTENSIVI DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO conduttore dr. Maurizio D’Agostino -

Calendario Gruppo di terapia bioenergetica

29 gennaio 

19 febbraio

12 marzo

9 aprile

7 maggio

11 giugno

9 luglio

17 settembre

15 ottobre

19 novembre

3  dicembre 

 

Per info: 3923800864

www.jacarandacenter.it 



La danza del risveglio 28 maggio 2017 -

Per informazioni vedere sul nuovo sito www.jacarandacenter.it



CALENDARIO DEGLI INCONTRI - Grounding Institute -

GRUPPO DI ANALISI BIOENERGETICA 

 condotto dal dr. Maurizio D’Agostino - ANNO 2017

29 GENNAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 FEBBRAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

12 MARZO - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 APRILE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

7 MAGGIO INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

11 GIUGNO-  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 LUGLIO -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

17 SETTEMBRE INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

15 OTTOBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 NOVEMBRE  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

3DICEMBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO)  orario: 10.00-18,30

 

brethe.jpg

 

 

INTENSIVI DI REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE

(CATANIA - GENOVA - LECCE - LONDRA - PORT LUIS (MAURITIUS) - 2015

 

 

  

SABATO FEBBRAIO 2016- VALVERDE (CT) INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

14-15 MARZO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

25-26 APRILE - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban  

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834

20-21 GIUGNO - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834) 

1-2 AGOSTO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

     AGOSTO - LONDRA - INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

3 OTTOBRE - CATANIA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban 

 

aztezfractal.jpg

 

 

MARATONE  DI ANALISI BIOENERGETICA

 

 

 

 

 

APRILE - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino  

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30

 

LUGLIO - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30 

 

OTTOBRE-  MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30  

 

NOVEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 26  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 27 ore 18.30  

 

DICEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 17  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 18 ore 10.00 - 18.30  

 

 Intensivi di Analisi Bioenergetica  condotti dal dr. Maurizio D'Agostino 

 

 

 

 

 

pranic-healing_mano_a_sx.jpg

 

 

PRANIC HEALING 

 

 

 

 

 

INCONTRO DI PRATICA per gli studenti di PRANIC HEALING del GROUNDING INSTITUTE (gratuito) - ogni lunedì ore 20.00 (telefonare al 392.3800864) 

INCONTRI DI ARHATIC YOGA A CADENZA MENSILE

29 marzo INCONTRO DI SUPERVISIONE di PRANIC HEALING per gli studenti del Grounding institute

     CORSO DI PRANIC HEALING Base (1° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani -  

26-27 giugno - CORSO DI CRISTALLOTERAPIA PRANICA (4° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

26-27 settembre -  CORSO DI PRANIC HEALING AVANZATO (2° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

     CORSO DI PSICOTERAPIA PRANICA  (3° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani  

 

tunnel5.jpg

   IPNOSI

 

 

 

Sedute individuali di Ipnosi (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Sedute individuali di Ipnosi regressiva (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Intensivo di Ipnosi di gruppo ogni mese (escluso agosto) 2016

 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

logo_siab.jpg

 

Corso di Formazione per Conduttore di Classi di Esercizi Bioenergetici e Counselling a indirizzo bioenergetico

Date 1° anno del Corso di Formazione in COUNSELLING a indirizzo bioenergetico

( Società Italiana di Analisi Bioenergetica - SIAB) - direttore: dr. Maurizio D'Agostino
Orario 10.00-17.00 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

esercizi bioenergetici per sciogliere le tensioni del viso_n.jpg

 

  CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI 

  ogni MERCOLEDI' ore 19.00

 

 

 

 

INTENSIVI DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI  - Per info chiamare al conduttore

  CONDUTTORE: Dr. Maurizio D'Agostino

In questo intensivo sarà dato ampio spazio al lavoro con le vibrazioni energetiche, al contatto e al lavoro col respiro. Sarà incentrato sugli ultimi sviluppi metodologici di David Berceli sul Tremore neurogenico.

Per Informazioni e iscrizioni telefonare al 392.3800864

 

 respira sei vivo.jpg

 GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN della tradizione di Thich Nhat Hanh

ogni MERCOLEDI' ore 20.45 (ingresso libero) (subito dopo la classe di esercizi)

 

 

 RITIRO DI MEDITAZIONE CON i MONACi ZEN di PLUM VILLAGE

 (VEDERE SITO WWW.ZENQUIEORA.ORG )

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN COL MONACO PHAP BAN - dal 14 al 28.aprile 2016

 Arrivare alle ore 19.45 per sistemarsi nella sala. I'incontro inizierà alle ore 20.15. Dopo non si potrà più accedere. Inviare sms o telefonare al 392.3800864 (Maurizio D'Agostino) se si intende partecipare all'incontro.

Luogo: JACARANDA CENTER, VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE   http://www.zenquieora.org/www.zenquieora.org

 Gli incontri di pratica zen con Phap Ban proseguiranno ogni pomeriggio e nel weekend 16-17 aprile ci sarà il ritiro. 

Nel weekend del 23-24 aprile ci sarà il Ritiro di REBIRHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'AGOSTINO e dal monaco zen PHAP BAN. 

Avvisare se si intende partecipare:

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE 

cell. 3923800864 

Pagina di Facebook: ZEN QUI E ORA - Gruppo di Meditazione Zen di Catania-Sicilia

 

GIORNATA DI MEDITAZIONE ZEN  CON IL MONACO ZEN PHAP BAN  -  4 OTTOBRE 

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN CON I MONACI DELLA TRADIZIONE ZEN DI THICH NHAT HANH DI PLUM VILLAGE - INVERNO 2016 - VALVERDE

 

  ---------------------------------------------------------------------------------------------

logo_isp.png

 

CORSO di SPECIALIZZAZIONE in PSICOTERAPIA BREVE A INDIRIZZO STRATEGICO per psicologi e medici (Istituto per lo Studio delle Psicoterapie - ISP)

  

 BARI, 23-24 maggio

CATANIA  21 FEBBRAIO, 

LAMEZIA TERME, 9-10 maggio,

ROMA, 18-19 aprile

 

PER INFORMAZIONI SU TUTTE LE PROPOSTE

JACARANDA CENTER

Direttore: dr. Maurizio D’Agostino

Cell.  3923800864

Via RAMONDETTA, 21 VALVERDE (CT)

www.bioenergetic.it



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA E REBIRTHING " Verso il Sè profondo: respiro, voce, contatto" -

CONDUTTORE: DR. MAURIZIO D'AGOSTINO

 

SABATO 13 E DOMENICA 14 MAGGIO 2017

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

CELL. 3923800864

www.jacarandacenter.it  



CORSO DI IPNOSI - TECNICHE DI INDUZIONE E APPLICAZIONE CLINICHE -

per laureati e laureandi in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze dell’Educazione, Sociologia, e ai diplomati con laurea triennale in Psicologia, nonché a tutti gli operatori sanitari con laurea. Profilo di uscita: Esperto in Tecniche di Induzione Ipnotica.

Il corso prevede 40 ore di attività didattica teorico-pratica, ed è articolato in 2 week-end.

Per Informazione telefonare al cell. 3923800864



ATTIVITA' AL JACARANDA CENTER -

- Ogni mercoledì CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI ore 19.30-20.45 - conduttore: dr. Maurizio D'Agostino 

- ogni mercoledì MEDITAZIONE ZEN ore 21-22.30
- Ogni giovedì KUNDALINI YOGA ore 18-20 - conduttrice: Lucia Zahara

- Ogni giovedì BIODANZA ore 20.30 - conduttrice: Zaira De Luca 
- ogni Lunedì PRANIC HEALING ore 20-22.00

- ogni Lunedì e venerdì TAI CHI ore 19-20.30 - conduttore: Maestro Nazzareno Russo
- Domenica 30 aprile DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Domenica 28 maggio DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Una domenica al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo ore 10-18.20 (vedi sotto programma Intensivi)

- Un weekend (Sabato e Domenica) al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo, Rebirthing, Ipnosi regressiva orario 10-19.30

Per info : tel. 3923800864
Jacaranda Center, via Ramondetta, 21 Valverde

www.bioenergetic.it
www.jacarandacenter.it
www.zenquieora.org



Corso di formazione professionale in REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE -

In programmazione. 1° modulo in Vivation (o Rebirthing integrativo), 2° modulo Rebirthing bioenergetico, 3° modulo Rebirthing bioenergetico-transpersonale. info: 3923800864



INTENSIVI di REBIRTHING/VIVATION - Sabato e/o domenica ore 10.00-18.30 conduttore M. D'Agostino - In questo ciclo di Workshops intensivi non residenziale si farà un lavoro col respiro (rebirthing e vivation) integrato se opportuno con la terapia bioenergetica.Verranno sperimentate varie modalità di lavoro col respiro ( a secco, eyegaze vivation, vivation allo specchio ecc.).Gli orari di lavoro saranno sabato e/o domenica dalle 10 alle 18.30.

ATTENZIONE. AVVISO IMPORTANTE - CAMBIAMO SEDE -

Dal 1 GENNAIO 2016 ci siamo trasferiti nella nuova sede sita in Via RAMONDETTA, 23 VALVERDE

PER INFO: 3923800864

INDICAZIONI PER RAGGIUNGERE LA NUOVA SEDE DI VALVERDE 


https://www.google.it/maps/place/GROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO/@37.5919769,15.1177059,16z/data=!4m7!1m4!3m3!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad!2sGROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO!3b1!3m1!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad?hl=it



Corso di formazione in Reiki - 1° Livello - domenica a novembre-dicembre - Conduttore: Grazia Puglisi

Vesak - Incontro di pratica di meditazione zen - Venerdì 22 aprile 2016 -

L'incontro sarà facilitato dal monaco zen Phap Ban 

In tutto il mondo, in questi giorni, nella tradizione buddhista celebrano il Vesak, ovvero la festa sacra che rievoca la nascita, la morte e il Nirvana, l'illuminazione di Buddha.

Il Vesak è una delle feste religiose più importanti del calendario buddhista ed è una occasione per ricordare i precetti, la vita e l'insegnamento di Buddha nel mondo. Cade normalmente nel giorno del plenilunio di aprile o maggio anche se tutto il mese ed in particolare i giorni intorno al plenilunio sono considerati importanti.

A Plum Village si è soliti festeggiare questa giornata costruendo un piccolo ponte nel laghetto di uno stagno coperto di fiori di loto. Uno ad uno i presenti percorrono il ponte al cui centro è stato posta una piccola statua del Buddha bambino e mentre viene intonato un canto aspergono con acqua mista petali di fiori l'immagine del bambino.

Proprio con questo spirito festeggeremo con voi questa giornata che ci ricorda la libertà immensa che portiamo in noi, libertà che nessuno può darci e nessuno può toglierci.

Venerdì ore 19.00 (arrivare 18.30)

 

Jacaranda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde

Per info e partecipazione chiamare o mandare un SMS al 3923800864

 

(Attenzione: Se il navigatore vi porta a via Ramondetta 21 di Aci Bonaccorsi allora scendendo prendere la prima a sinistra e poi la prima a destra (e già siete su via Ramondetta di Valverde) e dopo 50 metri trovate i 3 cancelli. Prendere il primo cancello a sinistra e percorre la strada sterrata fino alla fine.



CORSO ORTO CON PIANTE AROMATICHE E MEDICINALI condotto da Antonio D'Amico - 23 aprile 2017 -

COME FARE UNA PROPRIA FARMACIA NATURALE. 

Il corso teorico-pratico è rivolti a chi desidera sviluppare uma corretta realizzazione di un orto con piante aromatiche e medicinali e imparare le principali tecniche colturali.

Per info chiamare al 3923800864 

 Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 




GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN - Ogni mercoledì alle ore 20.30 -

secondo la tradizione di Thich Nhat Hanh. Ingresso libero.

Sede: Grounding Institute Via Asiago, 35 1° Piano a sinistra.



Intensivi di IPNOSI REGRESSIVA, REBIRTHING, BIOENERGETICA condotti dal dr. Maurizio D'Agostino -

Calendario degli incontri per il 2016 

 

20 marzo 2016 Intensivo di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale

23-24 aprile - Intensivo di meditazione zen e Rebirthing con Phap Ban e Maurizio D Agostino 

29 maggio - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti e Rebirthing 

18-19 giugno - Intensivo residenziale di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale - Castel di Tusa (ME) (presso Museo albergo Atelier d'arte sul mare)

26 giugno - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti

24 luglio Intensivo di analisi bioenergetica 

21 agosto Intensivo di analisi bioenergetica "Lasciare andare le resistenze e l'atosabotaggio"

22 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Arrendersi al corpo: dalla paura alla fiducia"

25 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Decondizionare la propria infanzia" 

22-23 ottobre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore"

26-27 novembre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore" 

17-18 dicembre  Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "Padroneggia il tuo bambino interiore"

 

 

Per informazioni chiamare il conduttore degli intensivi Dr Maurizio D Agostino

cell 3923800864

(il programma può subire variazioni con aggiunte di date)

 

Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 


http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.bioenergetic.it%2F&h=ZAQG2JS5MAQFsGDDjZWvGCZvTEsvNXcdFrf0ysXPxqXE1RA&enc=AZOY8icU6R047kL8JHdJ6gyJtxsGgOjrf_oTlLXJiLA4LUA2nx_mX69zeOhNX9zcsJW2OgzzcCDk9S8UiPCl-UcLtJPtrzUvqRbqnKvu-Z_bolVWRFbW4d2uW2Pq7BsDrOO5vjppgijHDvvRYfXZ4fclufmWSUg-z8rm_F4CLs4fv1s7al1bBzj6KCNb9RSrGRlmQzsnm5E6anxTwEfLTuTn&s=1

 

 

 

 

 

 



Realizzazione Siti Web: Studio Insight
pagine viste: