Home arrow Analisi Bioenergetica - Psicoterapia corporea arrow LA COSTITUZIONE DELLA CORAZZA di Maurizio D'Agostino
LA COSTITUZIONE DELLA CORAZZA di Maurizio D'Agostino
martedì 17 maggio 2005
La corazza o armatura può essere suddivisa in contrazione muscolare naturale o temporanea e in contrazione muscolare permanente o cronica. La prima si verifica in qualsiasi animale vivente quando è minacciato, ma viene abbandonata quando la minaccia cessa di essere presente. La seconda si origina nello stesso modo, ma a causa di minacce continuate è mantenuta e diventa cronica, reagendo infine ai pericoli interni permanenti più che a quelli ambientali. Questo lavoro riguarda la corazza muscolare permanente o cronica.
Reich postulò che l'uomo si sia corazzato al momento in cui divenne introspettivo; quando cioè percepì di percepire se stesso, e di percepire completamente. Questa consapevolezza dell'auto-percezione come di un oggetto di attenzione produsse una scissione. L'uomo si spaventò e iniziò a corazzarsi contro la paura e lo stupore interni nello sforzo di controllare le sue proprie sensazioni.
Reich dedusse l'origine della corazza dalla sua conoscenza della schizofrenia e dall'osservazione di ciò che chiamò l' "universale terrore di vivere". Stare di fronte all'ignoto è sempre una cosa che spaventa, resistere ed esaminarlo è terrorizzante.
La corazza è auto-perpetuante, poiché i genitori corazzati allevano figli corazzati. La causa corrente della corazza è la necessità da parte dei figli di accettare gli atteggiamenti innaturali e le condizioni educative messe in atto dai genitori e da altre persone.
Sebbene la persona sia in grado di liberarsi dalla corazza, le masse non possono farlo senza dei drastici mutamenti nella nostra cultura e nel nostro modo di pensare.
La corazza si sviluppa come l'aspetto somatico della rimozione e coinvolge sempre gruppi di muscoli che costituiscono una unità funzionale.
La corazza si sviluppa in modo regolare, dipende dalla necessità di adattamento, ed ha una disposizione segmentale. Contiene la storia e il significato della sua origine. Se la causa è in un evento traumatico, contiene la memoria degli eventi.
Lo specifico proposito della corazza muscolare cronica è di agire come freno e di aiutare l'individuo ad adattarsi riducendo perciò l'angoscia.

Reich scoprì che la corazza si compone si sette segmenti, che frammentano il corpo e ne distruggono l'unitarietà del funzionamento. Ognuno di questi segmenti ha caratteristiche specifiche pur esercitando un'influenza reciproca. Ogni segmento include l'intero settore rappresentato a quel livello del corpo, cosicchè vi sono numerosi anelli perpendicolari alla colonna vertebrale. In aggiunta agli anelli della corazza, si troverà di solito che una parte del corpo, sinistra o destra, è corazzata più pesantemente dell'altra.
I sette segmenti della corazza sono:

  • Oculare
  • Orale
  • Cervicale
  • Toracico
  • Diaframmatico
  • Addominale
  • Pelvico
Ogni segmento risponde come un tutto ed è più o meno indipendente dagli altri segmenti. Ciascun segmento può non riuscire a dare una risposta completa finché non sono liberi gli altri segmenti. Alla liberazione di ogni segmento, segmenti già trattati tenderanno a ricorazzarsi ed è perciò necessaria una maggiore attenzione in quanto l'organismo non è abituato al movimento e tenta di ritornare alla sua precedente immobilità. Deve venire abituato in modo graduale alla libera mobilità.
È importante determinare il principale tratto o atteggiamento caratteriale dell'individuo (il filo rosso) poiché esso reagirà a tutti i progressi mediante questo tratto, che diverrà in breve la principale difesa caratteriale.
Il principio terapeutico consiste nell'eliminare la contrazione cronica che interferisce con il libero scorrere dell'energia in ogni parte dell'organismo e restaurare in tal modo il funzionamento naturale.
Affrontiamo, ora, la descrizione dei singoli segmenti della corazza.

Il segmento oculare

Il primo e il più alto dei segmenti include il cuoio capelluto, la fronte, gli occhi, le guance, le orecchie e la base del cranio. È un'area intensamente carica, poiché comprende gli organi della vista e dell'udito.

Tendenze disfunzionali

· Incapacità di vedere la realtà globale, rigidità mentale e psichica, tendenza all'unilateralità e al contatto parziale.
· Fuga ed esitamento dei problemi.
· Iperproduzione immaginativa e/o ripetitività fantastica, fantasticherie. Presenza reattive e difensiva del meccanismo di razionalizzazione.
· Difficoltà di cambiamento nonostante l'impegno volontario.
· Confronto con gli altri, competitività repressa, rimossa, compensata, mascheramento di sé.
· Vanità, esibizionismo, per lo più repressi, rimossi o compensati per paura, per insicurezza. Senso di colpa, senso di inferiorità, di incomprensione.
· Tendenza a guardarsi intorno in modo circospetto, paure e timidezza sotto lo sguardo altrui; difficoltà a fissare gli altri negli occhi, sguardo sfuggente, senso di sfida reattivo.
· Invidia, autosqualifica, squalifica e/o ipervalutazione degli altri.
· Difficoltà a creare punti di riferimento interni ed esterni, difficoltà a concentrarsi.
· Repressione dei sentimenti e/o scarsa capacità di gestione delle emozioni e delle reazioni neurovegetative, comportamentali, accresciuti dai vissuti, dal vedere o essere guardati.
· Sfiducia verso gli altri, difficoltà nei contatti sociali e nelle relazioni interpersonali.
· Blocco oculare parziale: affezioni visive, difficoltà di accomodamento, di focalizzazione, incapacità di spaziare.
· Travisamento, distorsione, proiezione, autoriferimento.
· Rapporto disturbato con il proprio corpo, difficoltà di strutturazione del senso di identità.
Il segmento oculare corazzato si evidenzia da uno sguardo piatto, vuoto, fisso, dall'immobilità delle palpebre, della fronte, del cuoio capelluto, da una fissità ai lati del naso, dalla difficoltà al pianto, dall'impossibilità di spalancare gli occhi o di seguire un oggetto in movimento, dalla protrusione dei bulbi oculari. Il tipico sguardo vuoto dello schizofrenico è dovuto ad una grave corazza di questo segmento.
Un certo grado di corazza oculare è presente praticamente in tutti e quando si aggrava oltre un certo grado possono subentrare fenomeni psicotici.
E' il segmento che contiene il cervello, deputato alla coordinazione di tutte le funzioni vitali. L'influenza di tutte le psicoterapie si esercita a questo livello, compresa l'analisi del carattere. Dal punto di vista della prassi orgonoterapeutica, si invita il paziente a mobilizzare le parti bloccate, gli si chiede di muovere gli occhi, spesso seguendo una penna luminosa, senza bloccare la respirazione. In poche parole si fa in modo che le emozioni (di solito un'enorme paura e una lucida rabbia) vengano prima percepite e poi espresse. Agendo in questo modo la persona acquisisce, tra l'altro, la consapevolezza di essere in grado di fronteggiare le proprie paure, magari per la prima volta nella vita. Questa esperienza porta, gradualmente, ad un'aumentata fiducia in sé stessi e ad un'espansione non solo del segmento in questione ma di tutto il biosistema. Mantenere l'organismo in uno stato espanso è lo strumento principale per fronteggiare lo stato di contrazione cronico indotto dalla corazza.
Solitamente alla fine della seduta gli occhi sono più brillanti ed "aperti". Il pensiero più lucido ed acuto e, spesso, viene riferito un miglioramento della capacità visiva.

Segni e Sintomi
Le cefalee frontali sono un effetto del sollevamento cronico delle ciglia inteso ad esprimere angoscia o sorpresa. Le cefalee occipitali sono dovute ad uno spasmo dei muscoli occipitali. I sintomi di capogiro sono causati dall'insufficiente corazzatura, che permette il movimento di più energia di quanta ne può essere tollerata. La miopia, il presbitismo, la sordità, eccetera, sono assai legati al corazzamento del segmento oculare, e lo stesso vale per l'incapacità di sentire gli odori. Allo stesso modo crediamo che disturbi specifici come l'orzaiolo, la congiuntivite, la sinusite eccetera, possano essere connessi al corazzamento del segmento oculare. Si verificheranno spesso quando i sentimenti vengono trattenuti, in particolare quando è trattenuto il pianto.

Il segmento orale

Il segmento orale comprende la bocca, il mento, la gola, la muscolatura occipitale (nuca superiore).
Le labbra possono essere eccessivamente carnose o presentarsi perennemente contratte, non è raro incontrare una ipertrofia dei masseteri. Contiene emozioni molto intense ed antiche quali il mordere rabbioso, il succhiare avidamente, il gridare. Il riflesso del vomito riesce a smobilizzare questo segmento, anche se, spesso, è necessario che altri segmenti siano liberi affinché le emozioni qui contenute possano essere espresse. Ad esempio l'impulso al pianto irrefrenabile richiede la partecipazione dei primi tre, a volte quattro segmenti.

Tendenze disfunzionali

· Distruttività manifesta o latente, competitività, autoinganno; presenza o meno di compensazioni aggressive positive e autoaffermazione.
· Tendenze egoistiche, scarso contatto con i bisogni degli altri, difficoltà ad esprimere affetto, bisogno di dipendenza, scarsa autonomia.
· Scarsa assertività e intraprendenza e/o iperattivismo superficiale e immaturo.
· Ossessività, cupidigia, avarizia, oppure prodigalità irrazionale, sperpero incontrollato, oppure volitività moderata.
· Inibizione del pianto, della rabbia, delle manifestazioni di affetto, di amore, di tenerezza.
· Insoddisfazione, pessimismo, depressione, fuga dagli impegni o evitamento dei problemi.
· Vittimismo o colpevolizzaizone degli altri, autogiustificazione.
· Costruzione di falsi bisogni e desideri, richieste compensatorie.
· Rifiuto degli altri, rivalsa, ipocrisia, sorriso stereotipato, artificioso, contratto. Difficoltà al contatto fisico, ansia nella relazione. Atteggiamenti e relazioni immature o non durevoli.
· Atteggiamenti di sfida, di difesa intellettuale e rigidità razionale come forme reattive.
· Nervosismo, rabbia, scontrosità, oppure accettazione passiva, buonismo doveristico per rimozione dei conflitti, per rinuncia all'autoaffermazione. Difficoltà a dire si o dire no nelle circostanze opportune.
· Desiderio rimosso di potere e contemporaneamente senso di impotenza; stati di frustrazione. Presenza di modestia e di immodestia.
· Creazione di forti ideali dell'io e conseguente senso di sconfitta per incapacità di realizzazione dei modelli genitoriali e delle richieste implicite o indirette.
· Ricorso alla volontà o alla passività, atteggiamenti velleitari.
· Contestazione, ribellione, protesta, oppure accettazione passiva.
· Verbalizzazione, enfasi, ipercritica o incapacità di esprimersi verbalmente, di comunicare le proprie opinioni, taciturnità.
· Tendenza alla tensione dei muscoli del viso, della nuca, del collo.

Segni e Sintomi
Si può osservare un sogghigno stupido, un sorriso sarcastico, o un ghigno sprezzante, oppure la bocca può apparire triste o anche dura e crudele. Il mento può essere cedevole, piatto, oppure proteso in avanti. Una mascella serrata provoca una voce monotona e contenuta. Una gola serrata dà luogo ad una voce piagnucolosa, acuta e debole e ad un respiro rauco. La bocca può essere secca oppure con salivazione eccessiva. In genere il segmento orale trattiene con collera ciò che riguarda il mordere, il gridare, il piangere, il succhiare, e il fare smorfie.
Il suono emerge meccanicamente, ma manca di espressione e vibrazione finché la mascella è rigida. La rabbia trattenuta è molto spesso connessa alla mascella. Spesso le persone hanno bisogno di avere conati di vomito e di tossire per liberare i sentimenti che hanno "inghiottito".
Le emicranie sono state associate alla tensione presente nella mascella. Ogni tipo di problemi di denti e gengive è collegato a emozioni represse. Tosse e raffreddare possono far parte di un processo repressivo o liberatorio in questa zona.

Il segmento cervicale

Il segmento cervicale comprende la muscolatura bassa del collo superficiale e profonda, il muscolo platisma, la lingua e i muscoli sternocleidomastoidei. Trattiene rabbia e pianto e conferisce un aspetto altero, di distacco dal resto del proprio corpo (emozioni). E' frequente osservare come le emozioni vengano letteralmente inghiottite. Anche qui il riflesso del vomito allenta la corazza e consente alle emozioni di emergere.
Tendenze disfunzionali
· Strutturazione di difese rigide, egocentrismo, individualismo, narcisismo, esibizionismo, competitività, sfida manifesta o rimossa, oppure prevalenza di comportamenti passivi e rinunciatari.
· Controllo razionale, inibizione dell'io, delle emozioni, tendenza a non perdere la testa.
· Strutturazione di un super-io doveristico, rigido, moralistico. Sentimenti di ambivalenza, atteggiamenti di autocontrollo.
· Orgoglio, vanità, desiderio di potere per lo più rimossi e/o compensati da atteggiamenti di modestia.
· Difficoltà di obbiettività, inclinazione alla critica, al rifiuto, al distacco dagli altri, alla superbia o all'umiltà, al cedimento o all'irrigidimento intellettuale e psicologico.
· Testardaggine o incapacità di mantenere una posizione con determinazione.
· Inclinazione a dare importanza al giudizio esteriore, ad essere sempre a posto di fronte agli altri, a non mostrare aspetti o atteggiamenti ritenuti disdicevoli o inferiori socialmente. Inclinazione a mostrare il meglio di sé e paura di non riuscire.
· Arroganza, presunzione, megalomania, oppure umiltà o squalifica degli altri, disistima di sé, ambizioni manifeste o rimosse.
· Bisogno di affetto, di amore e contemporanea difficoltà a esprimere sentimenti. Scissione relativa tra testa-razionalità e corpo-istinto-pulsione.
· Difficoltà di dare, di andare verso gli altri, di concedersi, di stabilire un rapporto caldo e spontaneo.
· Strumentalizzaione degli altri o incapacità a imporsi. Incapacità di riconoscere i propri difetti ed errori, o tendenza a colpevolizzarsi.
· Rigidità dell'io, dei muscoli del collo e delle spalle, frequenza di affezioni cervicali.
· Ostentazione o mascheramento. Presa di posizione rigide o paura di esporsi.
· Conformazione a ideali esteriori, rigidi, stereotipati, a modelli e convinzioni sociali e a ideologie autoritaristiche o libertarie.
· Distacco emotivo, non coinvolgimento relazionale, senso di superiorità o di inferiorità.

Segni e Sintomi
Le principali indicazioni della corazza in questo segmento sono un continuo inghiottire, mutamenti di voce, respiro rauco, tosse, la sensazione di un groppo alla gola, e sensazioni di soffocamento.

Il segmento toracico

Il segmento toracico comprende tutti i muscoli intercostali, i grandi muscoli pettorali, i muscoli delle spalle (deltoidi) e il gruppo di muscoli situato sulle e tra le scapole.
Il segmento toracico è uno dei più importanti, anzi di solito è il primo ad essere trattato. Appare quasi sempre in posizione inspiratoria, tenuto alto, accompagnata da incapacità di espirazione piena e naturale. I muscoli intercostali sono contratti (solletico), quelli della schiena e fra le scapole dolenti, contratti ed ipersensibili. Il torace del militare sull'attenti è un calzante esempio di corazza di questo segmento. Le emozioni trattenute sono: pianto straziante, desiderio ardente, rabbia selvaggia. Importanti patologie internistiche quali ipertensione e asma sono dovute alla corazza di questo segmento. Le braccia ne sono funzionalmente un'estensione.

Tendenze disfunzionali

· Scissione tra razionalità ed emozioni, difficoltà di partecipazione e scarso contatto con la vita degli altri, oppure con una forte risonanza interiore.
· Difficoltà di autocritica oppure responsabilizzazione eccessiva.
· Difficoltà nell'instaurazione di relazioni autentiche, volubilità dispersiva o bisogno di contatto inespressi.
· Invidia, gelosia, dipendenza affettiva, incapacità di espandersi, di dare, di ricevere, oppure sentimentalismo.
· Rabbia, ambivalenza, insoddisfazione, depressione, ansia, oppure remissione, repressione o contrazione delle emozioni.
· Ostentazione, presunzione, arroganza o nascondimento dell'io.
· Individualismo, non cooperazione, rapporto meccanicistico o non partecipazione coinvolgente.
Segni e Sintomi
Un torace corazzato esprime fondamentalmente restrizione e auto-controllo e darà la sensazione di non essere scosso o toccato dagli eventi. Dove non c'è corazza, i movimenti espressivi del torace e delle braccia danno un senso di libertà e allegria. La corazza tipica è una cronica espansione inspiratoria, come se dopo aver fatto un respiro molto profondo non lo si lasciasse venir fuori, e può essere accompagnato da elevata pressione sanguigna, palpitazione e angoscia. Protratto per lungo tempo, può sviluppare una disposizione per la tubercolosi e la polmonite, oppure verificarsi una dilatazione del cuore. Per il paziente con torace corazzato, l'ira è fredda, il pianto poco virile, e il desiderio fiacco. Le donne corazzate in questo segmento hanno i seni privi di sensibilità e sono disgustate dall'allattamento. L'angoscia connessa può essere fatta uscire premendo sul torace e facendo strillare il paziente.

Il segmento diaframmatico

Il segmento diaframmatico comprende il diaframma e gli organi che si trovano sotto di lui: lo stomaco, il fegato, il plesso solare con il pancreas, il fegato e i due fasci muscolari ben visibili lungo la spina dorsale a livello della decima-dodicesima vertebra toracica. (include il diaframma e gli organi sotto di esso. Include un anello contrattile sopra l'epigastrio, e la parte terminale inferiore dello sterno, comprende le costole inferiori della decima, undicesima, dodicesima vertebra toracica. Contiene il diaframma, lo stomaco, il plesso solare, il pancreas, il fegato, la cistifellea, il duodeno, i reni, e due muscoli che circondano le vertebre toraciche inferiori. L'armatura è espressa dalla lordosi della colonna vertebrale. L'espirazione avviene con sforzo e l'addome si gonfia.
È evidenziato da una contrazione a livello dell'epigastrio, della parte terminale dello sterno e delle ultime costole e delle inserzioni diaframmatiche posteriori a livello della decima, undicesima e dodicesima vertebra toracica. Produce lordosi della colonna vertebrale. Il movimento diaframmatico è bloccato ed il funzionamento degli organi è compromesso. È un segmento molto importante nel processo di scorrazzamento e difficile da scorazzare. Divide in due l'organismo, la parte "alta" da quella "bassa".

Tendenze disfunzionali

· Contrazione e non contatto con la parte istintuale-viscerale e con le emozioni ad essa connesse.
· Riduzione della mobilità diaframmatica come segno di ansia, di chiusura e di non comunicazione tra l'alto e il basso, tra la testa e il corpo.
· Comportamento masochistico, paura del dolore, paura di tutto ciò che è nuovo e sconosciuto.
· Paura della punizione, difficoltà a lasciarsi andare, tendenza alla sopportazione o al contrario all'intolleranza, alla implosione o alla esplosione distruttiva.
· Difficoltà nell'abbandonarsi al piacere, alla gioia, alla sessualità.
· Difficoltà di autoaccettazione, nel manifestare amore, e ad entrare in contatto con il mondo.
· Ansia generale per tendenza cronica alla contrazione diaframmatica.
· Instabilità emozionale.
· Senso del dovere o, al contrario, atteggiamenti di deresponsabilizzazione.

Segni e Sintomi
I sintomi sono disturbi nervosi dello stomaco, nausea più o meno costante con impossibilità di vomitare, ulcera peptica, disturbi della cistifellea, affezioni del fegato, e diabete. I più importanti organi addominali sono presso il diaframma, e il blocco determina numerose malattie psicosomatiche.
Questo segmento trattiene una collera violenta e crudele.

Il segmento addominale

Il segmento addominale comprende il ventre e sulla schiena, le ultime parti dei muscoli che corrono lungo la colonna vertebrale. (muscoli larghi dell'addome, il retto, il traverso dell'addome, e i muscoli del dorso (latissimus dorsi e sacro spinalis).
La corazza del segmento addominale è dovuta alla contrazione spastica dei muscoli retti anteriori e dei traversi e, posteriormente, dall'inserzione bassa del gran dorsale e dei muscoli vicini. I muscoli sono spesso incordati e molto sensibili. Lo scorrazzamento del segmento non presenta particolari difficoltà.

Tendenze disfunzionali

· Corazzamento cronico della zona addominale come espressione della tensione costante.
· Creazione di una barriera che impedisce l'energetizzazione del settimo segmento e quindi la possibilità di abbandonarsi.
· Blocco parziale della genitalità e della sessualità con difficoltà di contatto spontaneo. Contatto meccanico, sessualità opportunista o fallico-narcisistica.
· Bacino contratto o aggressivo fallico.
· Presenza di sentimenti di ostilità, di rifiuto, di distruttività.
· Difficoltà di abbandonarsi alla tenerezza, alla gioia, al piacere. Stati di insoddisfazioni.
· Difficoltà di trasformazione e di maturazione interiore.
· Tendenza al rapporto arido, con scarsa capacità di comunicazione e di relazione autentica.

Segni e Sintomi
I fianchi corazzati producono prurigine, e trattengono rancore.

Il segmento pelvico

Il segmento pelvico comprende praticamente tutti i muscoli della pelvi, i glutei, l'ano, i genitali e gli adduttori superficiali e profondi delle cosce.
Il bacino appare rigido, senza vita. Ogni sorta di patologia a carico degli organi di questo distretto insorge in seguito al suo corazzamento cronico.
Emozionalmente sono contenuti ansia edipica e rabbia sadica sia di tipo anale che di tipo fallico. Un genuino piacere sessuale non può essere provato finché la corazza pelvica permane. Per l'alto contenuto emozionale ed energetico qui trattenuti il segmento pelvico viene, solitamente, trattato per ultimo. Un organismo cronicamente corazzato non sarebbe in grado di metabolizzare adeguatamente l'improvviso irrompere di questa enorme quantità di energia se non gli si concede la possibilità di adattarsi gradualmente ad una accresciuta vitalità bio-emozionale. Questo è ottenibile solamente con lo scorrazzamento graduale dei vari segmenti secondo un ordine ben preciso che va dal primo, quello oculare, al settimo. Una tale procedura non è arbitraria, ma segue la direzione del flusso energetico. Se la pelvi fosse trattata prematuramente, l'energia andrebbe a scontrarsi immediatamente con il segmento oculare, di cui abbiano già sottolineato l'importanza e che, se ancora corazzato, potrebbe dare luogo a fenomeni psicotici e che, comunque, non sarebbe in grado di integrare tutta questa energia così carica emozionalmente nel funzionamento unitario dell'organismo.

Tendenze disfunzionali

· Utilizzazione egoistica e strumentale degli altri.
· Pseudo-genitalità e difficoltà ad abbandonarsi.
· Rabbia trattenuta e atteggiamenti distruttivi.
· Passività, senso di impotenza, di inferiorità o inclinazione al produttivismo come ipercarica energetica e come reazione all'incapacità di abbandono.
· Scarsa creatività e volitività oppure bisogno di emergere e di realizzarsi materialmente.
· Bisogno di tenerezza e di contatto fisico rimossi. Difficoltà di relazione, di comunicazione autentica.
· Insicurezza sessuale, difficoltà a lasciarsi andare al piacere, alla tenerezza, alle emozioni per la presenza di ostilità repressa.
· Tensione e contrazione globale del bacino.
· Difficoltà di autoregolazione, di autogestione delle proprie potenzialità ed energie per ingerenza del super-io.

Segni e Sintomi
I sintomi prodotti dal corazzamento pelvico sono costipazione, lombaggine, escrescenza nel retto, cisti ovariche, polipi dell'utero, tumori benigni e maligni, affezioni vaginali, irritabilità della vescica, anestesia della vagina e del pene. Nell'uomo, la bassa energia nella pelvi porta all'impotenza erettiva e all'eiaculazione precoce, e nella donna all'anestesia o vaginismo. I piedi e le gambe possono essere freddi e gonfi, con intorpidimento, sensazioni di formicolio, e varicosi. Questo segmento contiene angoscia e collera.


Ogni segmento, inoltre, è composto da tre strati che, dal più superficiale dal più profondo, sono:
- la facciata
- lo strato secondario o intermedio
- il nucleo


La facciata o strato superficiale è l'aspetto di sé che la persona offre al mondo, l'adattamento sociale finale prodotto dal processo di scorrazzamento. E' il regno della superficialità, dell'assenza di un contatto vero e profondo con sé e con gli altri. Quello che viene definito il "contatto sostitutivo".
Lo strato intermedio contiene tutte quelle emozioni distruttive e perverse che sono il risultato dell'inibizione della gratificazione dei bisogni naturali. E' l'immensa palude dello strato secondario, ciò che, metaforicamente viene chiamato il Male, il Diavolo, ciò che deve essere celato al mondo e a noi stessi.
Quando un impulso naturale trova uno sbarramento al proprio soddisfacimento cerca di "forzare il blocco" e diventa distruttivo. Qualunque espressione naturale, in presenza di corazza, si trasforma in un moto di aggressività patologica.
Quando i paziente entra in pieno contatto con questa sua parte di solito cade in uno stato di sconforto e di disperazione, sente che, per lui, questa è la sua vera natura, l'intima essenza del suo essere, anche se questo non è vero.
Oltre lo strato secondario è presente un terzo strato, dimenticato e ripudiato da molto tempo:
Il nucleo naturale della persona, la struttura naturale, profondamente razionale, dalla cui coartazione prendono vita gli altri due, quello secondario, come espressione immediata al blocco dell'espressione vitale primaria e la facciata quale risultato della ulteriore repressione delle pulsioni patologiche e distorte dello strato intermedio.

 

BIBLIOGRAFIA


Baker E., L'uomo nella trappola, Ed Astrolabio
Mattei E., Craia V., Il corpo e la vergogna, Edizioni Scientifiche Magi
Totton N., Edmondson E., Terapia reichiana, Ed. Red
 
 

Grounding Institute – Associazione Esalen

Direttore: dr. Maurizio D’Agostino

Via Asiago, 35 Catania

Via Contea, 9 Linera (CT)

www.bioenergetic.it

 
englishitalian

Login Form






Password dimenticata?

Libri Consigliati

bioenergetica-manuale_copy.jpgchiave_per_lo_zen.jpg
INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA "DISTACCHI" conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

SABATO 3 E DOMENICA 4 GIUGNO 2017 

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

PER INFO: 3923800864 

WWW.JACARANDACENTER.IT 



GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN - Ogni mercoledì alle ore 20.30 -

secondo la tradizione di Thich Nhat Hanh. Ingresso libero.

Sede: Grounding Institute Via Asiago, 35 1° Piano a sinistra.



INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA E REBIRTHING " Verso il Sè profondo: respiro, voce, contatto" -

CONDUTTORE: DR. MAURIZIO D'AGOSTINO

 

SABATO 13 E DOMENICA 14 MAGGIO 2017

 

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE

CELL. 3923800864

www.jacarandacenter.it  



INTENSIVO DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI conduttore Dr. Maurizio D'Agostino -

"ARRENDERSI AL CORPO"

Sabato 22 aprile 2017 ore 10.00-17.30

 

Jacaanda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde (CT)

Per info chiamare: 3923800864 

www.bioenergetic.it  

www.jacarandacenter.it  



La danza del risveglio 28 maggio 2017 -

Per informazioni vedere sul nuovo sito www.jacarandacenter.it



ATTENZIONE. AVVISO IMPORTANTE - CAMBIAMO SEDE -

Dal 1 GENNAIO 2016 ci siamo trasferiti nella nuova sede sita in Via RAMONDETTA, 23 VALVERDE

PER INFO: 3923800864

INDICAZIONI PER RAGGIUNGERE LA NUOVA SEDE DI VALVERDE 


https://www.google.it/maps/place/GROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO/@37.5919769,15.1177059,16z/data=!4m7!1m4!3m3!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad!2sGROUNDING+INSTITUTE+-+DR.+MAURIZIO+D'AGOSTINO!3b1!3m1!1s0x1313fea890289751:0x9ad46442550ad6ad?hl=it



CORSO DI IPNOSI - TECNICHE DI INDUZIONE E APPLICAZIONE CLINICHE -

per laureati e laureandi in Medicina e Chirurgia, Psicologia, Scienze dell’Educazione, Sociologia, e ai diplomati con laurea triennale in Psicologia, nonché a tutti gli operatori sanitari con laurea. Profilo di uscita: Esperto in Tecniche di Induzione Ipnotica.

Il corso prevede 40 ore di attività didattica teorico-pratica, ed è articolato in 2 week-end.

Per Informazione telefonare al cell. 3923800864



CALENDARIO DEGLI INCONTRI - Grounding Institute -

GRUPPO DI ANALISI BIOENERGETICA 

 condotto dal dr. Maurizio D’Agostino - ANNO 2017

29 GENNAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 FEBBRAIO  - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

12 MARZO - INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 APRILE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

7 MAGGIO INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

11 GIUGNO-  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

9 LUGLIO -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

17 SETTEMBRE INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

15 OTTOBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

19 NOVEMBRE  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO) orario: 10.00-18,30

3DICEMBRE -  INTENSIVO DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO (GRUPPO CHIUSO)  orario: 10.00-18,30

 

brethe.jpg

 

 

INTENSIVI DI REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE

(CATANIA - GENOVA - LECCE - LONDRA - PORT LUIS (MAURITIUS) - 2015

 

 

  

SABATO FEBBRAIO 2016- VALVERDE (CT) INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

14-15 MARZO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

25-26 APRILE - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban  

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834

20-21 GIUGNO - LECCE - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

 PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI SCRIVERE O TELEFONARE  A assunta.desantis@gmail.com – tel. 3456425834) 

1-2 AGOSTO - GENOVA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban

     AGOSTO - LONDRA - INTENSIVO DI REBIRTHING condotto dal dr. Maurizio D'Agostino

3 OTTOBRE - CATANIA - INTENSIVO DI REBIRTHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'Agostino e dal monaco zen Phap Ban 

 

aztezfractal.jpg

 

 

MARATONE  DI ANALISI BIOENERGETICA

 

 

 

 

 

APRILE - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino  

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30

 

LUGLIO - MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30 

 

OTTOBRE-  MARATONA RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

Inizia Venerdì  alle ore 19.00 e finisce Domenica alle ore 18.30  

 

NOVEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 26  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 27 ore 18.30  

 

DICEMBRE -  MARATONA NON RESIDENZIALE DI ANALISI BIOENERGETICA "" condotta dal dr. Maurizio D'Agostino 

                    SABATO 17  ore 1O.00-19,30  e  Domenica 18 ore 10.00 - 18.30  

 

 Intensivi di Analisi Bioenergetica  condotti dal dr. Maurizio D'Agostino 

 

 

 

 

 

pranic-healing_mano_a_sx.jpg

 

 

PRANIC HEALING 

 

 

 

 

 

INCONTRO DI PRATICA per gli studenti di PRANIC HEALING del GROUNDING INSTITUTE (gratuito) - ogni lunedì ore 20.00 (telefonare al 392.3800864) 

INCONTRI DI ARHATIC YOGA A CADENZA MENSILE

29 marzo INCONTRO DI SUPERVISIONE di PRANIC HEALING per gli studenti del Grounding institute

     CORSO DI PRANIC HEALING Base (1° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani -  

26-27 giugno - CORSO DI CRISTALLOTERAPIA PRANICA (4° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

26-27 settembre -  CORSO DI PRANIC HEALING AVANZATO (2° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani 

     CORSO DI PSICOTERAPIA PRANICA  (3° LIVELLO) conduttore: Maurizio Parmeggiani  

 

tunnel5.jpg

   IPNOSI

 

 

 

Sedute individuali di Ipnosi (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Sedute individuali di Ipnosi regressiva (ogni pomeriggio da martedì a venerdì) 

Intensivo di Ipnosi di gruppo ogni mese (escluso agosto) 2016

 


--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

logo_siab.jpg

 

Corso di Formazione per Conduttore di Classi di Esercizi Bioenergetici e Counselling a indirizzo bioenergetico

Date 1° anno del Corso di Formazione in COUNSELLING a indirizzo bioenergetico

( Società Italiana di Analisi Bioenergetica - SIAB) - direttore: dr. Maurizio D'Agostino
Orario 10.00-17.00 

 

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- 

esercizi bioenergetici per sciogliere le tensioni del viso_n.jpg

 

  CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI 

  ogni MERCOLEDI' ore 19.00

 

 

 

 

INTENSIVI DI CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI  - Per info chiamare al conduttore

  CONDUTTORE: Dr. Maurizio D'Agostino

In questo intensivo sarà dato ampio spazio al lavoro con le vibrazioni energetiche, al contatto e al lavoro col respiro. Sarà incentrato sugli ultimi sviluppi metodologici di David Berceli sul Tremore neurogenico.

Per Informazioni e iscrizioni telefonare al 392.3800864

 

 respira sei vivo.jpg

 GRUPPO DI MEDITAZIONE ZEN della tradizione di Thich Nhat Hanh

ogni MERCOLEDI' ore 20.45 (ingresso libero) (subito dopo la classe di esercizi)

 

 

 RITIRO DI MEDITAZIONE CON i MONACi ZEN di PLUM VILLAGE

 (VEDERE SITO WWW.ZENQUIEORA.ORG )

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN COL MONACO PHAP BAN - dal 14 al 28.aprile 2016

 Arrivare alle ore 19.45 per sistemarsi nella sala. I'incontro inizierà alle ore 20.15. Dopo non si potrà più accedere. Inviare sms o telefonare al 392.3800864 (Maurizio D'Agostino) se si intende partecipare all'incontro.

Luogo: JACARANDA CENTER, VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE   http://www.zenquieora.org/www.zenquieora.org

 Gli incontri di pratica zen con Phap Ban proseguiranno ogni pomeriggio e nel weekend 16-17 aprile ci sarà il ritiro. 

Nel weekend del 23-24 aprile ci sarà il Ritiro di REBIRHING E MEDITAZIONE ZEN condotto dal dr. Maurizio D'AGOSTINO e dal monaco zen PHAP BAN. 

Avvisare se si intende partecipare:

JACARANDA CENTER

VIA RAMONDETTA, 21 VALVERDE 

cell. 3923800864 

Pagina di Facebook: ZEN QUI E ORA - Gruppo di Meditazione Zen di Catania-Sicilia

 

GIORNATA DI MEDITAZIONE ZEN  CON IL MONACO ZEN PHAP BAN  -  4 OTTOBRE 

 

iNCONTRi DI MEDITAZIONE ZEN CON I MONACI DELLA TRADIZIONE ZEN DI THICH NHAT HANH DI PLUM VILLAGE - INVERNO 2016 - VALVERDE

 

  ---------------------------------------------------------------------------------------------

logo_isp.png

 

CORSO di SPECIALIZZAZIONE in PSICOTERAPIA BREVE A INDIRIZZO STRATEGICO per psicologi e medici (Istituto per lo Studio delle Psicoterapie - ISP)

  

 BARI, 23-24 maggio

CATANIA  21 FEBBRAIO, 

LAMEZIA TERME, 9-10 maggio,

ROMA, 18-19 aprile

 

PER INFORMAZIONI SU TUTTE LE PROPOSTE

JACARANDA CENTER

Direttore: dr. Maurizio D’Agostino

Cell.  3923800864

Via RAMONDETTA, 21 VALVERDE (CT)

www.bioenergetic.it



Intensivi di IPNOSI REGRESSIVA, REBIRTHING, BIOENERGETICA condotti dal dr. Maurizio D'Agostino -

Calendario degli incontri per il 2016 

 

20 marzo 2016 Intensivo di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale

23-24 aprile - Intensivo di meditazione zen e Rebirthing con Phap Ban e Maurizio D Agostino 

29 maggio - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti e Rebirthing 

18-19 giugno - Intensivo residenziale di Rebirthing ad approccio bioenergetico-transpersonale - Castel di Tusa (ME) (presso Museo albergo Atelier d'arte sul mare)

26 giugno - Intensivo di Ipnosi Regressiva a vite precedenti

24 luglio Intensivo di analisi bioenergetica 

21 agosto Intensivo di analisi bioenergetica "Lasciare andare le resistenze e l'atosabotaggio"

22 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Arrendersi al corpo: dalla paura alla fiducia"

25 settembre  Intensivo di analisi bioenergetica "Decondizionare la propria infanzia" 

22-23 ottobre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore"

26-27 novembre   Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "LIbera il tuo bambino interiore" 

17-18 dicembre  Intensivo di REBIRTHING e ANALISI BIOENERGETICA  "Padroneggia il tuo bambino interiore"

 

 

Per informazioni chiamare il conduttore degli intensivi Dr Maurizio D Agostino

cell 3923800864

(il programma può subire variazioni con aggiunte di date)

 

Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 


http://l.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.bioenergetic.it%2F&h=ZAQG2JS5MAQFsGDDjZWvGCZvTEsvNXcdFrf0ysXPxqXE1RA&enc=AZOY8icU6R047kL8JHdJ6gyJtxsGgOjrf_oTlLXJiLA4LUA2nx_mX69zeOhNX9zcsJW2OgzzcCDk9S8UiPCl-UcLtJPtrzUvqRbqnKvu-Z_bolVWRFbW4d2uW2Pq7BsDrOO5vjppgijHDvvRYfXZ4fclufmWSUg-z8rm_F4CLs4fv1s7al1bBzj6KCNb9RSrGRlmQzsnm5E6anxTwEfLTuTn&s=1

 

 

 

 

 

 



Corso di formazione in Reiki - 1° Livello - domenica a novembre-dicembre - Conduttore: Grazia Puglisi

Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri Percorso di quattro incontri Offerto dal monaco Zen -

Amicizia con me stesso, amicizia con gli altri

Percorso di quattro incontri
Offerto dal monaco Zen Phap Ban


Cari amici, sono molto felice di tornare in Sicilia e di poter praticare nella natura del nuovo centro di Valverde. 
Qui in Salento abbiamo appena concluso un percorso di quattro mesi.
Abbiamo provato a coltivare una nuova relazione con noi stessi, una relazione di ascolto e di rispetto, di amicizia. Forse il tema che più ci ha ispirato è stato la frase di Thay : "Sentire è già amare". 
Ogni volta mi stupisco dei frutti che regala una pratica continuata. Come sapete non sono né un maestro né una guida ( cadremmo tutti in un fosso ) ma un secchione e mi piace creare momenti di pratica, sento molto prezioso questo nostro stare insieme nell'ascolto, nella presenza.
un abbraccio, a prestissimo
fratello claudio

Il Percorso inizierà sabato 16 e si svilupperà in quattro incontri: ( siate puntuali per favore )

1 Radicamento nel sentire, abitare il corpo, il respiro sabato 16 inizio h 19.00 -21 (Siracusa)

2.Apertura, affidarsi, perdono domenica 17 inizio h 11 -17 (punto di ritrovo Milo ore 9.30) Monti Sartorius - Etna 
3.Amicizia con se stessi mercoledì 20 inizio h 21 -22.30 Valverde

4.Amicizia con gli altri. venerdì 22 inizio h 19.00 -21.00 Valverde

JACARANDA CENTER
VIA RAMONDETTA 21 Valverde (CT)
Per info: 3923800864

Ecco il testo che vi propongo come riferimento durante la nostra pratica:

"Fare Pace con Se Stessi" di Thich N Hanh ed. Ubaldinihttp://www.ilgiardinodeilibri.it/…/__fare-pace-con-se-stess…

Se potete portate con voi penna e taccuino che useremo anche come diario di pratica personale in questa settimana di pratica
Un abbraccio e a presto
fratello phap ban



Vesak - Incontro di pratica di meditazione zen - Venerdì 22 aprile 2016 -

L'incontro sarà facilitato dal monaco zen Phap Ban 

In tutto il mondo, in questi giorni, nella tradizione buddhista celebrano il Vesak, ovvero la festa sacra che rievoca la nascita, la morte e il Nirvana, l'illuminazione di Buddha.

Il Vesak è una delle feste religiose più importanti del calendario buddhista ed è una occasione per ricordare i precetti, la vita e l'insegnamento di Buddha nel mondo. Cade normalmente nel giorno del plenilunio di aprile o maggio anche se tutto il mese ed in particolare i giorni intorno al plenilunio sono considerati importanti.

A Plum Village si è soliti festeggiare questa giornata costruendo un piccolo ponte nel laghetto di uno stagno coperto di fiori di loto. Uno ad uno i presenti percorrono il ponte al cui centro è stato posta una piccola statua del Buddha bambino e mentre viene intonato un canto aspergono con acqua mista petali di fiori l'immagine del bambino.

Proprio con questo spirito festeggeremo con voi questa giornata che ci ricorda la libertà immensa che portiamo in noi, libertà che nessuno può darci e nessuno può toglierci.

Venerdì ore 19.00 (arrivare 18.30)

 

Jacaranda Center

Via Ramondetta, 21 Valverde

Per info e partecipazione chiamare o mandare un SMS al 3923800864

 

(Attenzione: Se il navigatore vi porta a via Ramondetta 21 di Aci Bonaccorsi allora scendendo prendere la prima a sinistra e poi la prima a destra (e già siete su via Ramondetta di Valverde) e dopo 50 metri trovate i 3 cancelli. Prendere il primo cancello a sinistra e percorre la strada sterrata fino alla fine.



Corso di formazione professionale in REBIRTHING BIOENERGETICO-TRANSPERSONALE -

In programmazione. 1° modulo in Vivation (o Rebirthing integrativo), 2° modulo Rebirthing bioenergetico, 3° modulo Rebirthing bioenergetico-transpersonale. info: 3923800864



CALENDARIO 2017 - INTENSIVI DI ANALISI BIOENERGETICA DI GRUPPO conduttore dr. Maurizio D’Agostino -

Calendario Gruppo di terapia bioenergetica

29 gennaio 

19 febbraio

12 marzo

9 aprile

7 maggio

11 giugno

9 luglio

17 settembre

15 ottobre

19 novembre

3  dicembre 

 

Per info: 3923800864

www.jacarandacenter.it 



CORSO ORTO CON PIANTE AROMATICHE E MEDICINALI condotto da Antonio D'Amico - 23 aprile 2017 -

COME FARE UNA PROPRIA FARMACIA NATURALE. 

Il corso teorico-pratico è rivolti a chi desidera sviluppare uma corretta realizzazione di un orto con piante aromatiche e medicinali e imparare le principali tecniche colturali.

Per info chiamare al 3923800864 

 Jacaranda Center 
Via Ramondetta, 21 Valverde (Catania)

 




CORSO BASE TECNICHE RAPIDE DI INDUZIONE IPNOTICA -

Per psicologi, medici, counsellors, pedagogisti, infermieri ed altri esperti nella relazione d'aiuto e a tutti gli appassionati. Numero massimo 20 persone. Per Info 3923800864.



ATTIVITA' AL JACARANDA CENTER -

- Ogni mercoledì CLASSI DI ESERCIZI BIOENERGETICI ore 19.30-20.45 - conduttore: dr. Maurizio D'Agostino 

- ogni mercoledì MEDITAZIONE ZEN ore 21-22.30
- Ogni giovedì KUNDALINI YOGA ore 18-20 - conduttrice: Lucia Zahara

- Ogni giovedì BIODANZA ore 20.30 - conduttrice: Zaira De Luca 
- ogni Lunedì PRANIC HEALING ore 20-22.00

- ogni Lunedì e venerdì TAI CHI ore 19-20.30 - conduttore: Maestro Nazzareno Russo
- Domenica 30 aprile DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Domenica 28 maggio DANZA DEL RISVEGLIO ore 10-14  - conduttrice: Lucia Zahara

- Una domenica al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo ore 10-18.20 (vedi sotto programma Intensivi)

- Un weekend (Sabato e Domenica) al mese Intensivo di Analisi Bioenergetica di Gruppo, Rebirthing, Ipnosi regressiva orario 10-19.30

Per info : tel. 3923800864
Jacaranda Center, via Ramondetta, 21 Valverde

www.bioenergetic.it
www.jacarandacenter.it
www.zenquieora.org



INTENSIVI di REBIRTHING/VIVATION - Sabato e/o domenica ore 10.00-18.30 conduttore M. D'Agostino - In questo ciclo di Workshops intensivi non residenziale si farà un lavoro col respiro (rebirthing e vivation) integrato se opportuno con la terapia bioenergetica.Verranno sperimentate varie modalità di lavoro col respiro ( a secco, eyegaze vivation, vivation allo specchio ecc.).Gli orari di lavoro saranno sabato e/o domenica dalle 10 alle 18.30.

Realizzazione Siti Web: Studio Insight
pagine viste: